Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Tragedia al tabacchino, resta in prognosi riservata la mamma della titolare

L'anziana di 77 anni raggiunta da una pallottola che ha impattato contro la dodicesima vertebra toracica è stata operata dal professore Monaco. La chirurgia spostata dal padiglione H al padiglione F

Resta in prognosi riservata la signora colpita dal 65enne Giuseppe Bucalo, l'uomo che ieri mattina, dopo aver preso a sprangate la moglie, è andato al tabacchino per comprare  comprare Gratta e vinci e ha cominciato a sparare all'impazzata, togliendosi poi la vita.

L'anziana di 77 anni, mamma della titolare della rivendita, è stata raggiunta a una pallottola che ha impattato contro la dodicesima vertebra toracica. La donna è stata operata ieri dal professore Francesco Monaco che non dispera nonostante la forte emorragia provocata dal proiettile che ha perforato il polmone fermandosi a pochi centimetri dalla colonna vertebrale. “Abbiamo riparato il lobo inferiore dove c’era il buco per il tragitto del proiettile”, spiega il professore. Nessun problema invece per la deambulazione.

"Abbiamo fatto tutto il possibile - spiega Monaco - nonostante lo spostamento della Chirugia toracica dal padiglione H al quinto piano del padiglione F, per fronteggiare l'emergenza Coronavirus, il Policlinico dimostra la sua piena efficienza in questo momento, grazie davvero alla collaborazione di tutti, dalla caposala, all'infermiere“.

Resta invece una città attonita, soprattutto nel quartiere di Provinciale, dove l'uomo era conosciuto per  l'inspiegabile tragedia sulla quale tocca alla procura chiarire l'esatta dinamica e il movente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia al tabacchino, resta in prognosi riservata la mamma della titolare

MessinaToday è in caricamento