rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cronaca Taormina

"Tre dirigenti medici a disposizione in due ospedali contemporaneamente", la denuncia della Uil-Fpl

Le criticità del nosocomio di Taormina esposte nel corso di un incontro sindacale

Le criticità dell’ospedale di Taormina al centro di un incontro sindacale con i lavoratori e le lavoratrici appartenenti sia all'Area del comparto e sia all'Area della Dirigenza in servizio presso il Presidio Ospedaliero San Vincenzo di Taormina, promosso dalla Uil-Fpl di Messina.  All'incontro hanno presso parte numerosi dipendenti che hanno rappresentato le numerosissime criticità che da una prima analisi, a parere della scrivente continuano a rendere il suddetto Presidio Ospedaliero depotenziato. 

“Siamo - si legge in una nota stampa a firma di Livio Andronico e Corrado Lamanna, rispettivamente segretario generale e responsabile provinciale dell’area medica - preoccupati per le numerose criticità che mettono a dura prova il buon andamento del Presidio stesso e ritiene doveroso informare i vertici dell’Asp delle persistenti condizioni che da troppo tempo si riscontrano in ospedale”.

In modo particolare la Uil-Fpl segnala delle problematiche riguardo l’Unità operativa di Medicina trasfusionale in atto risulta senza Dirigente medico di II livello e senza alcuna nomina di conferimento di incarico di sostituzione del direttore stesso. “I tre dirigenti medici, effettuano turni di pronta disponibilità contemporaneamente per due presidi ospedalieri ovvero per il Presidio Fogliani di Milazzo e per il Presidio di Taormina e anche se si tratta di validazione a distanza è pur vero che il settore degli emocomponenti dovrebbe rappresentare la pietra miliare della sicurezza e della prevenzione del rischio clinico. A tutto ciò si aggiunga che, mancano i sistemi operativi informatici e quelli presenti, così come descritto dal personale non sono adeguati infatti, in modo improprio si utilizzano i propri cellulari per inviare documenti di lavoro”, aggiungono. 

Altre problematiche riguardano il Pronto soccorso generale, che continua a non avere la vigilanza privata né il posto fisso di polizia, mettendo a serio rischio di aggressioni il personale addetto al triage ed a tutta l'area di emergenza/urgenza. E poi l'unità di Radiologia, nei turni festivi e notturni si trova senza alcun Oss e personale Ausiliario in quanto in tutto il Presidio Ospedaliero insiste un solo ausiliario che ruota; ed ancora Senologia radiologica, che garantisce attività dal lunedì al venerdì, (esami strumentali, sala operatoria,) in atto in dotazione non ha assegnato alcun OSS e ruota un solo infermiere con eccesssivi carichi di lavoro per tutto il personale afferente. Quindi problemi riguardano l'ambulatorio di Cardiologia Pediatrica, si trova senza personale OSS ed ausiliario, ma soltanto con tre infermieri di cui una unità con limitazioni. 

La Uil-Fpl segnala problemi riguardanti inoltre formazione e supporti informatici, in diverse Unità operative, mentre per i “Rilevatori presenza /orologi marcatempo” si verifica spesso che i sistemi di rilevazione presenza allocati presso il Presidio Ospedaliero, in molte occasioni, non registrano l'orario di entrata o di uscita e nonostante i dipendenti producano le giustificazioni firmate dai responsabili preposti. 

“Pertanto, per quanto sopra esposto, si fa presente che in caso di inerzia da parte di codesta Amministrazione, la scrivente organizzazione sindacale, trascorsi venti giorni trascorsi dalla ricezione del presente, si troverà costretta a denunziare alle autorità competenti quanto esposto nella suddetta nota, chiedendo all'Assessorato Regionale alla Salute l'avvio di una indagine, al fine di accertare le responsabilità ai vari livelli che stanno causando fortissime disagi ai lavoratori e potrebbero inoltre essere causa di eventuali episodi di malasanità”, conclude la nota sindacale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Tre dirigenti medici a disposizione in due ospedali contemporaneamente", la denuncia della Uil-Fpl

MessinaToday è in caricamento