rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
Cronaca Sant'Agata di Militello

Picchiata dal compagno tenta il suicidio, la salva una carabiniera: orgoglio a Sant'Agata di Militello

Sonia Cannistraci, da quattro anni nella grande famiglia dell’Arma, sarà accolta da un encomio solenne. Il sindaco Mancuso: “Grande esempio di umanità, perizia e professionalità”

“Grande esempio di umanità, perizia e professionalità”. Sarà accolta con un encomio solenne la carabiniera di Sant’Agata di Militello Sonia Cannistraci che a San Giorgio a Cremano, in provincia di Napoli, ha usato tutta la sua sensibilità di donna e di militare dell'arma per dissuadere una donna di 49 anni dal gettarsi nel vuoto da un balcone, dopo le ennesime percosse del compagno che poi è stato arrestato dai militari.

Ad annunciarlo il sindaco Bruno Mancuso che con un post ha manifestato l’orgoglio di tutta la comunità per “l’encomiabile gesto” della giovane carabiniera, 30 anni, da quattro nella grande famiglia dell’Arma.

"La vita è un bene troppo prezioso, non sprecarla per un uomo che ti sta umiliando", ha detto Sonia Cannistraci riuscendo a carpire l’attenzione e lo sguardo disperato della donna che aveva deciso di farla finita.

Sono le 22 quando al 112 arriva una segnalazione di una lite in famiglia a San Giorgio a Cremano. Una pattuglia dopo pochi istanti arriva nei pressi dell’abitazione indicata dalla centrale operativa. Una donna è affacciata al balcone di un primo piano, urla e chiede aiuto. Indica un uomo non lontano da lì che sta correndo: è il proprio compagno che dopo averla malmenata sta tentando di fuggire.

L’uomo viene bloccato dagli altri carabinieri della stazione di Portici e dai colleghi del locale commissariato intervenuti in supporto. Una carabiniera parla con la vittima che rimane affacciata. La donna racconta che il compagno l’ha appena picchiata. L’ha afferrata per il collo e ha tentato di soffocarla coprendole il volto con un cuscino.

Dalla rabbia allo sconforto è un attimo e la mente della donna viene attraversata dalla folle idea di farla finita. Solo l'intervento della carabiniera di Sant’Agata di Militello riesce a farle cambiare idea. La donna, infatti, viene messa in sicurezza poco dopo. L’arrestato è in carcere in attesa di giudizio.

"Non voleva neppure rivolgermi lo sguardo, - ha raccontato Sonia - già aveva una gamba fuori dalla ringhiera ma per fortuna sono riuscita a instaurare un contatto, anche visivo, con lei. Quando ho capito che tra di noi c'era empatia le ho detto che la vita è un bene troppo prezioso per sprecarla con un uomo che la stava solo umiliando. E' stato allora che ho capito che aveva deciso di ascoltarmi e di desistere".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchiata dal compagno tenta il suicidio, la salva una carabiniera: orgoglio a Sant'Agata di Militello

MessinaToday è in caricamento