Fondi del Recovery Fund per il Ponte, botta e risposta tra il ministro Provenzano e la parlamentare Siracusano

Per l'esponente del governo Conte i finanziamenti europei non seguono i tempi del cantiere e quindi non possono essere utilizzati mentre la messinese ribatte parlando di inesattezze

Il ministro per il Sud Giuseppe Provenzano

Botta e risposta sull'utilizzo dei fondi del Recovery Fund per il Ponte sullo Stretto. "Ritengo che il progetto" del Ponte "sia incompatibile con i tempi del Recovery fund e chi dice il contrario penso non abbia letto le carte della Commissione Ue". Così davanti la commissione Bilancio e Affari europei il ministro per il Sud Giuseppe Provenzano. "Da quando sono nato so che il Ponte sullo Stretto è stato il grande alibi per non realizzare le infrastrutture", incalza Provenzano, sottolineando che il suo "impegno come ministro è controllare, monitorare e richiamare gli operatori ai loro vincoli" per realizzare le opere in cantiere. La parlamentare di Forza Italia, la messinese Matilde Siracusano, ribatte: Il ministro continua a dire inesattezze in merito alla possibile realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina. Se la grande opera per collegare Sicilia e Calabria non sarà inserita tra le infrastrutture che il governo considera strategiche, e per le quali pensa di utilizzare le risorse del Recovery Fund, questo lo si deve solo ad una decisione politica, non certo ad un problema di tempistiche. Il progetto del Ponte sullo Stretto è pronto da anni, ha avuto risconti positivi a livello internazionale, non avrebbe bisogno di ulteriori approfondimenti, e l'opera sarebbe, dunque, immediatamente cantierabile. Se l'esecutivo Conte dice 'no', lo fa solo per un insensato pregiudizio che trova antiche radici nell'ideologia dei 5 Stelle e di certa sinistra radicale. Così il Paese non riparte, con la logica della decrescita il Mezzogiorno verrà sempre condannato ad un ruolo marginale". Così Matilde Siracusano, deputata di Forza Italia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sabato scorso in piazza era tornata a scendere contro l'utilizzo dei fondi pubblici per il megaviadotto tra Sicilia e Calabria la Rete No Ponte

I No Ponte di nuovo in piazza

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Militari con i manganelli per dare la “caccia” al coronavirus, paura e tensione fra i bimbi della scuola Pietro Donato

  • Tipoldo, uomo ferito da arma da fuoco trovato accanto ad un'auto in fiamme

  • Caronia, dai rilievi niente tracce di sangue: ma nuovi indizi potrebbero dare la svolta alle indagini

  • Muore nel sonno la giovane avvocata Francesca Bonanno, oggi i funerali

  • “Quando muore un avvocato, muoiono i diritti”, legali in piazza per ricordare la collega turca Ebru Timtik

  • Smart working, De Luca in tv al ministro Dadone: “Non ha idea di quello che sta succedendo nei comuni”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento