"Molti milazzesi incivili", Midili passa alle contromisure

Il sindaco della città del Capo annuncia provvedimenti per contrastare i cittadini che dopo il passaggio degli operatori ecologici tornano subito a sporcare

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MessinaToday

Pessime abitudini difficili che pur con difficoltà è indispensabile modificare. Molti cittadini considerano lo smaltimento dei rifiuti una sorta di optional non rispettando orari, calendario e soprattutto la regola della differenziazione dell’immondizia.
Sicuramente le tante criticità che hanno caratterizzato sino a qualche settimana fa l’esecuzione del servizio, i ritardi nella raccolta, una carente informazione sui metodi di differenziazione del rifiuto hanno determinato questa situazione, facilitata anche dall’assenza di controlli che possano costituire un deterrente. E così oggi occorre ripartire praticamente da zero per evitare il ripetersi di situazioni come quella che proprio questa mattina ha riscontrato anche il sindaco Pippo Midili, facendo un giro per le vie cittadine.
“Dopo una settimana di buon lavoro da parte del personale e della ditta incaricata di espletare il servizio di ritiro dei rifiuti con ottime percentuali di raccolta differenziata – ha detto Midili - questa mattina lungo la Via XX Settembre, a Piazza Roma, Grotta Polifemo e una piccola parte del Tono, ho notato come a molti concittadini non importi nulla della raccolta differenziata né tanto meno gli stessi abbiano rispetto degli altri milazzesi e di chi lavora per loro. Gettare rifiuti in modo indiscriminato nella giornata di domenica o nelle altre giornate, dopo il passaggio degli operatori è vergognoso. Così come non ci sono aggettivi per etichettare chi, sempre nella giornata di domenica, abbia deciso di abbandonare suppellettili e addirittura una lavatrice in via Umberto I. L’Amministrazione non tollererà più queste situazioni e farà partire prestissimo dei controlli. E scatteranno le sanzioni. Senza sconti. Il rispetto delle regole e delle persone innanzitutto. Per una città pulita e vivibile. Oltre le appartenenze”.

I controlli riguarderanno il rispetto degli orari di conferimento (per evitare che i sacchetti vengano depositati dopo il passaggio degli operatori), il rispetto del calendario (se nella giornata in cui si prevede il ritiro dell’umido viene trovata l’indifferenziata o altra frazione, questa viene lasciata dagli addetti) e soprattutto il rispetto delle regole di “differenziazione”. Se gli addetti troveranno rifiuti mescolati non ritireranno quel sacchetto, apponendo un cartellino rosso che attesta la non conformità. Nel caso la situazione dovesse ripetersi scatteranno le sanzioni. Sotto osservazione in particolare i condomini. Nei prossimi giorni saranno convocati tutti gli amministratori per comunicare il divieto di lasciare esposti sul marciapiede i bidoni tutto il giorno (vanno custoditi all’interno ed esposti all’orario in cui è previsto il passaggio degli addetti). E che a breve partiranno le fototrappole per fotografare chi getta indiscriminatamente i rifiuti per strada.

Torna su
MessinaToday è in caricamento