menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sciopero dei trasporti: l'8 e il 9 febbraio stop a tram, bus e treni

Anche Messina aderisce alla protesta nazionale per la scadenza da più di tre anni del contratto nazionale. Lunedì sospeso il trasporto pubblico locale per quattro ore, martedì serrata degli autotranvieri che chiedono maggiore sicurezza sul posto di lavoro. Ecco cosa c'è da sapere

Nessun riscontro da parte delle associazioni datoriali del settore Asstra, Agens e Amav invitate a confrontarsi con i lavoratori per quanto riguarda il contratto nazionale scaduto da più di tre anni. Per questo motivo anche Messina aderirà allo sciopero nazionale del trasporto pubblco locale previsto per l'8 febbraio dalle 9 alle 14. Lo riferiscono unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa  Cisal e Ugl Fna, spiegando che "è una protesta inevitabile", scrivono in un nota.  

"Le associazioni datoriali del settore non rimuovono la pregiudiziale sul riconoscimento economico del triennio scaduto. Lo sciopero nazionale - sottolineano le  organizzazioni sindacali - è stato proclamato rispettando dove  possibile lo scaglionamento degli orari per il riavvio ordinato  dell'anno scolastico. Un servizio garantito alle scuole da quegli  stessi lavoratori che chiedono il rinnovo del contratto". 

"Serve definire il necessario strumento di tutela del lavoro e di regolazione dei processi di trasformazione  della mobilità indotti dalla pandemia, riconoscendo il  fondamentale contributo del lavoro, garantendo un servizio piu'  sicuro e piu' dignitoso che abbia in giusta considerazione la  professionalita' e la responsabilita' delle lavoratrici e dei  lavoratori del trasporto pubblico. - scrivono ancora i sindacati - Lo sciopero inoltre e' a  supporto di una riorganizzazione del settore che favorisca  aggregazioni e fusioni d'impresa (ad oggi si contano circa mille  aziende) che dovra' essere coerente con una nuova forma di domanda  di mobilita' ed offrire un servizio di trasporto pubblico  organizzato ed efficiente a tutti gli utenti". 

Lo sciopero dei ferrovieri 

Anche Orsa sostiene lo sciopero degli autoferrotranvieri programmato per l’8 febbraio, proclamando il 9 febbraio lo sciopero dei ferrovieri per la sicurezza dei dipendenti, dalle 9 alle 17. "Per motivi “tecnici” L’ORSA non è firmataria della protesta nazionale degli Autoferrotranvieri, dichiarata da  Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl Fna, ma la segreteria Provinciale di ORSA Messina ne condivide le motivazioni e lascia ai propri associati la decisione di contribuire per la buona riuscita dello sciopero di 4 ore dell’8 febbraio 2021, dalle ore 09,00 alle ore 13,00", scrive il sindacato in una nota. 

"E' una protesta che ORSA sul territorio messinese sostiene perchè le associazioni datoriali del settore: Asstra, Agens e Anav, non intendono rimuovere la pregiudiziale sul riconoscimento economico di un contratto scaduto da ben tre anni. Siamo consapevoli delle difficoltà economiche legate alla pandemia ma non può passare il principio per cui, in presenza di qualsivoglia crisi economica siano sempre e solo i lavoratori a pagarne le conseguenze", aggiungono. 

"Il tema della sicurezza dell’infrastruttura ferroviaria resta una tematica mai affrontata con determinazione sia dal Ministero delle Infrastrutture per conto della competente Ansfisa, sia dai Gestori delle Infrastrutture. Le stragi ferroviarie a partire da quella di Viareggio, quella di Pioltello e in ultimo Livraga, non hanno comportato nessuna modifica dell’attenzione, almeno organizzativa e di gestione, del sistema di controllo e certificazione delle parti componenti la sicurezza dell’esercizio ferroviario e della navigazione nello Stretto di Messina", si legge ancora. 

"Restano tutte integre le relazioni di esternalizzazione, al minor costo, di attività di sicurezza fondamentali oltre che dell’infrastruttura anche del materiale rotabile e della flotta navale. Per questi motivi l’ORSA, concluse con esito negativo le procedure di raffreddamento e conciliazione, ha proclamato la prima azione di sciopero nazionale di otto ore, dalle ore 9,00 alle 17,00 del 09 febbraio 2021 di tutti i dipendenti delle Imprese e del Gruppo F.S.I.", conclude il sindacato. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento