Cronaca

Aggrediva la compagna per gelosia, messinese condannato a due anni e nove mesi

La donna - secondo le indagini - si rifiutava di avere rapporti sessuali, lui la accusava di infedeltà

E' stato condannato a due anni e nove mesi l'uomo che maltrattava la convivente perché la donna si rifiutava di avere rapporti sessuali. E' quanto deciso dal giudice Antonella Crisafulli all'udienza del 22 marzo scorso. Il messinese di 42 anni, difeso dagli avvocati Antonino Cacia e Gabriele Lombardo, era accusato di maltrattamenti nei confronti della convivente nativa di Barcellona Pozzo di Gotto. Sotto accusa le aggressioni con schiaffi, spinte, pugni e calci che la donna era costretta a subire anche davanti ai figli minori. L'uomo secondo le indagini era morbosamente geloso e aveva accusato la compagna di infedeltà. I difensori dell' uomo attendono adesso le motivazioni per proporre appello. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggrediva la compagna per gelosia, messinese condannato a due anni e nove mesi
MessinaToday è in caricamento