Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Sgombero migranti al Palacultura, la comunità africana al sindaco: “Siamo tutti figli di Dio”

Il vescovo della Chiesa Gospel Dunamis Church chiede un incontro con De Luca: “Viviamo già tanti disagi per il decreto Salvini, cerchiamo di trovare una soluzione convenevole”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MessinaToday

La Chiesa cristiana Gospel Dunamis Church Messina (comunità africana)  esprime la propria disapprovazione per le modalità con cui è avvenuto lo sgombero stamattina al Palacultura dei propri membri. 

Il sindaco non può e non deve dimenticare che prima di tutto siamo cristiani e dobbiamo avere sensibilità, carità e umanità per le persone appartenenti alle fasce più deboli. 

Infatti, più volte il vescovo protestante Antonio Sturiale ha chiesto ai preposti organi del comune e anche all’ufficio del sindaco un appuntamento per discutere del problema degli emigranti nella nostra cittadina al fine di ottenere un locale in comodato d’uso per accogliere i fratelli nigeriani  che non hanno una dimora, persone che, purtroppo, già stanno vivendo sulla propria pelle i disagi del decreto Salvini.

Non possiamo rimanere impassibili, prima l’ordinanza “anti elemosina” ora questo sgombero… Dove andranno a dormire i nostri fratelli… e cosa mangeranno… anche se siamo di diverso colore e di culture differenti siamo tutti stati creati da un unico Dio. 

Quindi chiedo io personalmente come vescovo della Chiesa Gospel Dunamis Church Messina un appuntamento ufficiale con il sindaco Cateno De Luca per cercare di trovare una soluzione convenevole. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgombero migranti al Palacultura, la comunità africana al sindaco: “Siamo tutti figli di Dio”

MessinaToday è in caricamento