Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Ultima diretta social del venerdì, De Luca: "Denuncio in procura la gestione Asp"

Il primo cittadino ha chiuso l'appuntamento settimanale comunicando l'esposto alla magistratura di una relazione con casi che secondo le accuse non sono stati seguiti dall'azienda sanitaria provinciale. Occhi puntati sullo smaltimento dei rifiuti speciali. Dal 23 dicembre "occupazione" dei locali di via La Farina

Il sindaco Cateno De Luca

E' stata l'ultima diretta del venerdì del sindaco De Luca sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus ed è finita col "botto": una denuncia in procura contro la gestione Asp dell'emergenza coronavirus su casi che non sarebbero stati seguiti correttamente e sullo smaltimento dei rifiuti nelle abitazioni di persone in isolamento Covid. Il 23 dicembre inizierà l'occupazione dei locali di via La Farina. "L'Asp ha mentito in continuazione, sono stati commessi dei depistaggi, l'assessore Razza sulla vicenda Messina ha omesso il suo ruolo di vigilanza fino a quando il sindaco non ha usato toni forti - ha detto - non potevo tacere, sono stato costretto alla plateale denuncia pubblica 48 ore fa e si è messo finalmente in moto un meccanismo, non ho nulla di personale contro Paolo La Paglia ma va processata l'istituzione Asp e dovrà essere analizzata sia in sede penale che contabile". Il sindaco ha attaccato anche il governo nazionale per la gestione dell'emergenza durante il calo dei contagi in estate e la ripresa delle attività a settembre. "Il pacco di Natale lo porterà quest'anno Conte, non dovevamo arrivare in queste condizioni, Conte si deve dimettere solo per questo, stiamo facendo un Natale infausto e non sereno". Critiche al ministro Azzolina per la decisione di riaprire le scuole.  

Denuncia in procura 

Cateno De Luca attraverso la polizia giudiziaria della municipale consegnerà un esposto in procura su casi (nei documenti anche la gestione rifiuti per le persone in isolamento Covid a casa) che secondo le accuse non sono stati correttamente gestiti dall'azienda sanitaria provinciale. De Luca ha puntato l'indice sull'assessore regionale alla Sanità Ruggero Razza. "Il buon Razza e il buon Musumeci non sono venuti a parlare con il sindaco di Messina - ha dichiarato - sono personaggi che non comprendono l'effetto pratico delle loro decisioni, non ho chiesto cortesie a nessuno, sono una persona scomoda che va eliminata, sono destabilizzante, abbiamo tutto pronto per inviare gli atti alla procura, io voglio essere querelato". Messina è passata da 529 positivi ad agosto 2020 a 8.520 positivi a dicembre 2020. "La Paglia o Razza stanno utilizzando gli stessi mezzi di agosto oggi con dati altissimi di contagiati". Lette alcune testimonianze di casi che non sarebbero stati seguiti correttamente dall'Asp e che faranno parte dell'esposto (pure malati oncologici), sullo smaltimento dei rifiuti speciali e sul colloquio avuto con l'impresa che per conto dell'azienda sanitaria doveva occuparsi del servizio. De Luca consegnerà alla procura le note che a suo dire dimostrano i ritardi nella gestione dei rifiuti di competenza dell'Asp. "Crisiscelli vuoti il sacco e confessi". Secondo De Luca l'elenco Asp dei contagiati di coronavirus in isolamento dove andare a domicilio per smaltire i rifiuti è farlocco. 

Bonus

Da domani alle 10 alle 12 di lunedì 28 dicembre gli imprenditori possono accedere al bonus. Gli operatori economici in possesso dei requisiti previsti dal bando possono presentare la richiesta per accedere al bonus per piccole e medie imprese di Messina. Le istanze dovranno essere presentate esclusivamente registrandosi al link pmicard.comune.messina.it. L’iniziativa, promossa dall’amministrazione comunale, è finanziata attraverso il Programma Operativo Complementare Città Metropolitane 2014-2020, Ambito I, progetto MEI.3.1.c. Il bonus sarà erogato a tutti gli operatori economici in possesso dei requisiti previsti dal bando e sarà calcolato in funzione del numero delle domande ritenute ammissibili per un importo massimo di 3mila euro. Per informazioni è disponibile il personale dell’assistenza al recapito 090-2144613, dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 tutti i giorni, tranne la domenica. Il 31 gennaio la liquidazione delle somme dopo i controlli, in particolare per il possesso del Durc. Confermate per le aziende le esenzioni relative a bollette Tari e acqua. Chi ha già nel 2020 pagato l'occupazione suolo compenserà nel 2021 come per Tari e risorse idriche. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ultima diretta social del venerdì, De Luca: "Denuncio in procura la gestione Asp"

MessinaToday è in caricamento