menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il riscatto di Contesse tra mare limpido e spiagge sicure: dopo decenni via il divieto di balneazione

In corso i lavori di posa dei massi contro le mareggiate. Eliminati gli scarichi fognari che impedivano la libera fruizione del litorale. Siracusano: "Ottimo risultato, ma adesso pensiamo al futuro a partire dall'ex scalo ferroviario"

Mare limpido, spiaggia sicura e servizi efficienti. Contesse si prepara a vivere un'estate 2021 da protagonista, pandemia Covid permettendo. Lungo il litorale è infatti in corso la posa di nuovi massi a protezione della costa e del rilevato ferroviario. Ad eseguire i lavori è Rete Ferroviaria Italiana, intervenuta con le ruspe per la sistemazione della barriera. L'intervento si è reso necessario dopo i danni creati dalle mareggiate che non hanno risparmiato neanche i sottopassaggi.

Ma la novità più importante riguarda proprio il mare. A breve, non esisterà più il divieto di balneazione tra Gazzi e Zafferia, foci dei torrenti escluse. L'Amam ha infatti quasi terminato l'opera di bonifica con l'eliminazione dei numerosi sversamenti di liquidi fognari che per decenni hanno inquinato l'intera costa. Nei prossimi giorni si interverrà in vico Catena a Pistunina dove ancora esiste uno scarico a cielo aperto che termina a mare. 

"E' un traguardo importantissimo - spiega il presidente della seconda circoscrizione Davide Siracusano - finalmente la zona potrà essere nuovamente fruibile dai bagnanti con tutti i servizi del caso. Anche quest'anno saranno attive le docce pubbliche così come le isole per la raccolta differenziata. Devo ringraziare Ferrovie dello Stato per la celerità con cui sono intervenuti dopo nostra richiesta, così come Amam e Messina Servizi per la pulizia dei torrenti. Adesso tocca ai messinesi tutelare questo territorio dopo tanti sforzi fatti anche con il sostegno della Capitaneria di Porto. Contesse è una zona dalle mille risorse a partire proprio dalla costa, bisogna iniziare a pensare al futuro".

A proposito di futuro, Siracusano punta al rilancio della zona attraverso il recupero di grandi aree al momento inutilizzate. "Lo scalo di Contesse è ormai stato dismesso - spiega - e le Ferrovie sono intenzionate a cedere l'intera area senza problemi. Una volta liberata dai binari, la zona potrebbe ospitare centri sportivi, parchi e qualsiasi altra struttura. Abbiamo una grande opportunità da sfruttare, la seconda circoscrizione è vigile anche su questa tematica".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I Lions siciliani donano sei cani guida ai non vedenti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento