Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Stadio, parere negativo della commissione: rischio porte chiuse

"Franco Scoglio" al momento inagibile vista la mancanza di documenti e l'impossibilità di testare il funzionamento degli impianti. Constatato anche il degrado con rifiuti e vegetazione nelle aree di accesso

Secondo la Commissione Comunale di Vigilanza Locali Pubblico Spettacolo lo stadio "Franco Scoglio" non è agibile e quindi idoneo ad ospitare il pubblico nelle restanti tre partite di campionato. E' quanto messo nero su bianco in un verbale redatto dopo il sopralluogo di questa mattina in risposta all'istanza presentata dalla Prefettura.

I tecnici hanno rilevato che non è stato possibile eseguire una verifica dell’efficienza di funzionamento degli impianti che di seguito si elencano, per l’assenza di personale tecnico, ne è stata prodotta alcuna certificazione di rispondenza e di corretto funzionamento degli stessi impianti a firma di tecnico abilitato e professionista antincendio. 

I problemi riguardano in particolare gli impianti idrico-antincendio, di segnalazione incendi e rilevazione fumi, di illuminazione di sicurezza, UPS, Gruppo elettrogeno e di diffusione sonora.

La Commissione ha inoltre sottolineato che non sono stati prodotti i registri di manutenzione e revisione periodica di tutti gli impianti sopra elencati e dei mezzi di protezione attiva antincendio. Evidenziato inoltre uno stato di abbandono degli spazi di accesso e delle vie di esodo con presenza di vegetazione spontanea, rifiuti e guano diffuso, nonché la mancata pulizia e l’adeguata igienizzazione dei Servizi Igienici.

Da qui il parere negativo che di fatto non permette allo stato dei fatti la disputa del match Fc Messina-Castrovillari, in programma domenica 13 giugno, con la presenza di pubblico. Ci sono ancora i tempi per sistemare la questione ed evitare la beffa di avere gli spalti vuoti. L'attenzione è rivolta soprattutto al match del 16 giugno tra Acr Messina e Marina di Ragusa  al termine del quale i giallorossi potrebbero festeggiare la promozione, qualora la classifica lo consentisse.

Proprietario dello stadio è tornato ad essere il Comune, dopo la scadenza della concessione all'Acr Messina lo scorso 31 maggio. Resta quindi da capire chi dovrà intervenire per risolvere le problematiche riscontrate e se l'annunciata gestione "alternata" proposta da Palazzo Zanca alle due società è veramente entrata in vigore. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stadio, parere negativo della commissione: rischio porte chiuse

MessinaToday è in caricamento