Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca

Torrente Bisconte, consegnati i lavori di riqualificazione: si attende il collaudo

Completata dopo tre anni di lavori, l'opera progettata negli anni Novanta e costata complessivamente 30 milioni

Consegna "storica" ieri della grande opera di riqualificazione del torrente Cataratti – Bisconte. Due chilometri e mezzo di riqualificazione del corso d'acqua e di tutta l'area circostante, comprese le decine di abitazione nate negli anni proprio a ridosso dei muri di contenimento.

Dopo tre anni di lavori, l'opera progettata negli anni Novanta, e costata complessivamente 30 milioni.

"Abbiamo richiesto all’Ufficio del Commissario di Governo per il contrasto del dissesto idrogeologico della Regione siciliana, Maurizio Croce, la disponibilità dell’uso dell’opera nella sua completezza prima del collaudo definitivo che si ritiene necessaria ed urgente al fine di potere assicurare la viabilità veicolare e pedonale nel rispetto delle condizioni di sicurezza", ha detto il sindaco Federico Basile presente alla consegna insieme al dirigente dell'Ufficio speciale contro il dissesto Maurizio Croce e al responsabile unico del procedimento Angelo Lucentini.

Con il completamento dei lavori sul torrente Cataratti-Bisconte è stata restituita sicurezza e prospettive di sviluppo al territorio. I lavori in questione erano stati progettati già negli anni ’90 e da allora si sono registrate lungaggini e continui rinvii. Oggi, dunque, la parola fine ad una vera e propria odissea burocratica.

Cacciotto chiede la collaborazione ai cittadini: "Stop discariche a cielo aperto"

"Si tratta di un'opera attesa da trent'anni, che  vede finalmente la conclusione di un percorso, iniziato tre anni fa con l'affidamento dei lavori - è il commento del presidente della terza municipalità Alessandro Cacciotto - I vari consigli della Terza Municipalità, cosi come assessori e consiglieri comunali,  che negli anni si sono succeduti, hanno sempre cercato di dare il loro contributo sulla riqualificazione di un torrente, per quanto di loro competenza. In passato la normativa avrebbe dato la possibilità di una copertura totale del torrente, cosa che invece con la nuova normativa non è stato più possibile. In ogni caso è sotto gli occhi di tutti l'importanza dell'opera di riqualificazione e messa in sicurezza del torrente che per anni ha rappresentato una vera e propria bomba ecologica".

Cacciotto ricorda anche, nel periodo estivo, gli odori nauseabondi che provenivano dal torrente con liquami che ne attraversavano il letto, il tutto condito con zanzare ed insetti vari che costringevano i residenti delle abitazioni limitrofe a lasciare per giorni casa o a stare con le finestre chiuse mentre d'inverno mentre il letto del fiume era diventato una discarica a cielo aperto.

"Certo, l'opera è stata invasiva per il territorio ed i residenti - scrive - e ci sono ancora alcuni interventi, collaterali ai lavori già effettuati, che vanno realizzati. A proposito dei residenti, il Consiglio della Terza Municipalità ne vuole sottolineare la compostezza e la collaborazione nonostante i gravi  disagi vissuti in  questi anni per i lavori. Adesso dunque la "palla" è passata all'Amministrazione Comunale con la quale il Consiglio della Terza Municipalità continuerà il dialogo per realizzare quegli interventi, come si diceva, corollari ai lavori eseguiti. Bisognerà inoltre garantire la costante manutenzione dell'alveo torrentizio, oggi completamente pulito,  auspicando che non diventi, come in passato purtroppo lo è stato, luogo di discarica. In ogni caso, esprimiamo soddisfazione per  la realizzazione di un opera così importante per il nostro territorio, i cui lavori, non bisogna dimenticare, sono stati interessati dal periodo COVID,  auspicando che altre importanti opere si svestano quanto prima dell'abito dell' incompiuta".

Articolo modificato alle 10.30 del 13 febbraio 2023 / aggiunto intervento Cacciotto

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torrente Bisconte, consegnati i lavori di riqualificazione: si attende il collaudo
MessinaToday è in caricamento