menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Una Via in Comune”, autorizzato il progetto della seconda municipalità per la revisione della toponomastica

L'iniziativa già approvata dalla Commissione per la valutazione dei Progetti di utilità collettiva. I beneficiari coinvolti, selezionati per le particolari conoscenze nell’ambito dell’informatica, saranno affiancati da dipendenti della circoscrizione

E’ stato autorizzato l’avvio del progetto “Una Via in Comune” presentato dalla 2ª Municipalità per mettere ordine sulla numerazione civica. Lo comunica il presidente Davide Siracusano.

Il progetto, il primo dei tre presentati a ottobre, è stato approvato dalla Commissione per la valutazione dei Progetti di utilità collettiva del Comune di Messina il 24 novembre scorso e ora autorizzato con la nota n. 71033 del 12 marzo a firma del dirigente del Dipartimento Servizi alle persone e alle Imprese Servizio Politiche Sociali del Comune di Messina, Salvatore De Francesco. I beneficiari assegnati a tale progetto supporteranno gli operatori nelle attività di revisione della toponomastica in corso nella 2ª Municipalità inserendo a sistema migliaia di dati che interessano i cambi di numerazione civica della 2ª Municipalità.

I beneficiari coinvolti, selezionati per le particolari conoscenze nell’ambito dell’informatica, saranno affiancati in presenza (rispettando tutte le norme anti covid-19) con supporto nell'applicazione e pillole formative personalizzate da parte del personale dipendente della 2ª Municipalità, presso postazioni dedicate e individuate all’interno degli uffici della 2ª Municipalità, cosi da migliorare un servizio agli utenti dei servizi della pubblica amministrazione.

Dal 22 marzo, data di avvio del suddetto progetto, le attività includeranno lo svolgimento del corso di Formazione sulla sicurezza- rischio Medio, previo attestazione di idoneità a seguito di visite mediche.

Al termine della fase formativa, i beneficiari inizieranno la fase operativa prevista dal 30 marzo e saranno impegnati dalle ore 8.30 alle ore 12.30, per due giorni a settimana, con turnazione differenziata, al fine di coprire l'intera settimana per un periodo massimo di tre mesi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Parità di genere, musica e confronto in diretta streaming

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento