Cronaca

Via libero al rientro di tanti messinesi, FuoridiME: “Grazie, presidente”

Soddisfatta l'associazione che aveva scritto al governatore chiedendo di garantire gli spostamenti nello Stretto. Nino Matafù: “Monitoreremo la situazione affinchè venga garantito questo diritto, naturalmente con tutte le misure di sicurezza previste”

Via libera al rientro di tutti quegli studenti e lavoratori che erano rimasti bloccati per il rientro a Messina, dalle disposizioni regionali più stringenti rispetto al Dpcm.

Proprio ieri, oltre l’aumento del numero di corse dei traghetti sullo Stretto così come dei treni, il presidente della Regione nell’articolo 4 “modifica” la dicitura che era diventata un ostacolo per chi voleva far rientro a casa attraverso lo Stretto di Messina.

In particolare nell’articolo 4 si legge: “Inoltre, il rientro alla propria residenza, abitazione o domicilio è inserito tra le cause di necessità, che consentono, quindi, lo spostamento".

Nino Matafu?-2Nei giorni scorsi era stata l’associazione Fuoridi ME a scrivere una lunga lettera al presidente chiedendo questa modifica e garantendo così la possibilità di rientrare a studenti e lavoratori bloccati fuori sede. “Siamo soddisfatti per questo risultato – spiega Nino Matafù (nella foto), componente del Cda di FuoridiME  e responsabile della comunicazione social – sia per l’aumento di voli e treni sia per l’estensione da punto di vista legislativo. Abbiamo già ricevuto tante segnalazioni di messinesi che stanno rientrando e tanti hanno già fatto i biglietti. Monitoreremo la situazione affinchè venga garantito questo diritto naturalmente con tutte le misure di sicurezza previste”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via libero al rientro di tanti messinesi, FuoridiME: “Grazie, presidente”

MessinaToday è in caricamento