rotate-mobile
Cronaca

Violenza sessuale su una bimba, in appello confermata la condanna a 9 anni per un 43enne

Confermata anche l'interdizione perpetua alla tutela e quella ai pubblici uffici. Una terribile vicenda durata tre anni

Nove anni di reclusione in appello. Condanna confermata dai giudici del Tribunale di Messina per un 42enne accusato di violenza sessuale continuata ai danni di una bimba che all’epoca dei fatti aveva appena sette anni.

Una terribile vicenda durata tre anni che forse sarebbe rimasta sepolta per sempre nella mente della piccola se un altro episodio di violenza da parte di un ragazzo non l’avesse turbata al punto da affidarsi a uno psicoterapeuta.

Da lì il racconto di quanto subito da quello “zio” orco che la obbligava a rapporti orali e masturbazioni.

L’uomo era un amico di famiglia. Una frequentazione assidua tra lui e i genitori della piccola faceva sì che  quasi tutte le sere si ritrovassero insieme a cena, a giocare a carte a casa di lui e della nonna dell’uomo. Era durante quelle serate che l’uomo approfittava di lei.

L’uomo, per il quale è confermata anche l’interdizione dai pubblici uffici e risarcimento alla parte civile da liquidarsi in separata sede e una provvisionale di diecimila euro, è difeso dall’avvocato Pietro Fusca mentre la parte civile è stata assistita dall'avvocato Salvatore Carroccio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza sessuale su una bimba, in appello confermata la condanna a 9 anni per un 43enne

MessinaToday è in caricamento