rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Economia

Crocierismo, a novembre approderà la nave più grande al mondo alimentata a gas naturale liquefatto

A bordo della Msc Seaview è stato tirato un bilancio su presente e futuro del settore insieme al sindaco Basile e al presidente dell'Autorità portuale Mega

Oggi a bordo di MSC Seaview, ormeggiata nel porto di Messina, si è parlato dell’importanza dell’economia del mare e delle ricadute economiche e occupazionali sul territorio. A presentare i dati di quest’anno e le prospettive per il futuro dei porti dello Stretto c’erano Franco Ronzi, in rappresentanza dell’armatore di MSC Crociere, Leonardo Massa e Luigi Merlo, rispettivamente Managing Director e Public Affairs Director della Compagnia, Mario Mega, presidente dell’Autorità di Sistema Portuale dello Stretto, e Federico Basile, Sindaco di Messina.

Presenti anche altre numerose istituzioni del territorio, tra cui Domenico La Tella, Segretario Generale dell’Adsp dello Stretto, Giuseppe Giordano, Consigliere Delegato della Città Metropolitana di Reggio Calabria, Domenico Battaglia, Assessore del Comune di Reggio Calabria, Antonino Tramontana,  Presidente della Camera di Commercio di Reggio Calabria, e alcuni rappresentanti delle forze di polizia e degli enti legati alle attività del porto.

“La mia presenza attesta la voglia e l’intenzione di questa amministrazione di continuare il percorso di crescita del comparto crocieristico di Messina, rendendola ancora più accogliente affinché il turista si possa soffermare sulle bellezze offerte  dalla città.  Siamo impegnati infatti a valorizzarne gli  elementi attrattivi per approfittare al meglio delle opportunità di sviluppo che il turismo crocieristico offre” - ha affermato il sindaco di Messina, Federico Basile.

“La nostra AdSP sta dedicando allo sviluppo del traffico crocieristico un’attenzione particolare sin dai primi giorni del mio insediamento. Nuovi terminal saranno realizzati sia a Messina, dove stiamo cercando di delineare nuove strategie per superare l’impasse causato dai ricorsi all’aggiudicazione dei lavori di realizzazione del nuovo terminal, ma anche per supportare una crescita sensibile delle toccate con un aumento delle presenze contemporanee di grosse navi all’ormeggio, sia a Reggio Calabria. Operatività, servizi e security saranno garantiti ad alti livelli in entrambi i porti ed un’intensa attività promozionale è in corso per consolidare la presenza a Messina, ma soprattutto per aumentare la conoscibilità delle esperienze uniche ed innovative che la destinazione calabrese può offrire. Quest’ultima, infatti, è godibile sia per le navi che decideranno di scalare il porto di Reggio Calabria, sfruttando anche le potenzialità dell’Aeroporto dello Stretto in fase di rilancio, che per le navi più grandi, come quelle di MSC che oggi ci ospita, che pur attraccando a Messina potranno offrire ai loro passeggeri escursioni alternative sul territorio della sponda calabrese (distante solo 25 minuti di navigazione con servizi di traghettamento già esistenti con frequenza ravvicinata nell’arco della giornata) ricco di cultura, tradizioni e panorami entusiasmanti. La presenza oggi dei principali enti locali e delle due Camere di Commercio dello Stretto è la testimonianza più importante della volontà di lavorare in armonia per offrire agli armatori e ai crocieristi servizi di accoglienza turistica dagli standard sempre più elevati e per consentire alle comunità portuali di consolidare le proprie attività lavorative” - ha dichiarato il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale dello Stretto, Mario Mega.

“Con la toccata di oggi, MSC Seaview è giunta esattamente alla metà della stagione estiva, ed ha superato già i 60.000 crocieristi movimentati in questo porto. Nell’intero 2022, considerando quindi anche la stagione invernale, MSC Crociere prevede di movimentare a Messina 142.000 crocieristi grazie a 39 scali, numeri che sono tornati ai livelli precedenti alla pandemia. E per il prossimo anno MSC Crociere continuerà ad accrescere il proprio impegno posizionando a Messina la nuova ammiraglia che arriverà a novembre, MSC World Europa, che sarà la nave più grande al mondo alimentata a gas naturale liquefatto, il combustibile fossile considerato più pulito al mondo. Una scelta che conferma che questo per MSC Crociere è un territorio strategico, grazie a un clima favorevole tutto l’anno, alla ricchezza di luoghi turistici da poter visitare e al grande bacino d’utenza potenzialmente interessato a salpare in crociera partendo proprio da questo porto”, ha sottolineato il managing director di MSC Crociere, Leonardo Massa.

“MSC è il principale operatore marittimo siciliano , con l’attività container, Gnv e le crociere. Operiamo e valorizziamo tutti gli scali siciliani, con la convinzione che le trasformazioni in corso a livello globale, porteranno ad un ulteriore sviluppo e a grandi opportunità per questa regione. Siamo impegnati in un costante rapporto collaborativo con le istituzioni per poter crescere insieme con una grande attenzione alla sostenibilità”,  ha aggiunto il direttore delle relazioni isitituzionali del Gruppo MSC, Luigi Merlo.

La Sicilia è una delle regioni in cui MSC Crociere genera la maggior ricaduta turistica ed economica sul territorio grazie all’arrivo dei crocieristi. Nel 2022 la Compagnia ha programmato ben 156 scali che saranno effettuati da 7 diverse navi nei porti di Messina, Palermo e Siracusa, generando una movimentazione complessiva di 523.000 crocieristi. L’impegno di MSC Crociere, dopo quello di rendere le crociere una delle tipologie di vacanza più sicure mettendo a punto insieme alle autorità internazionali un protocollo di salute e sicurezza che è diventato un punto di riferimento a livello globale, è rivolto alla riduzione dell’impatto ambientale attraverso l’installazione di sistemi per la riduzione delle emissioni. L’obiettivo della Compagnia è di riuscire ad arrivare alle “zero emissioni” di anidride carbonica entro il 2050 attraverso un percorso graduale di ricerca e sviluppo. Con questo obiettivo, la nuova ammiraglia della flotta “MSC World Europa” che entrerà in servizio a novembre, sarà la nave più grande al mondo ad essere alimentata a gas naturale liquefatto, il combustibile fossile attualmente più pulito al mondo. La nuova ammiraglia per tutta l’estate 2023 sarà di casa a Messina per le crociere nel Mediterraneo occidentale. Il Gruppo MSC ha anche firmato un’intesa con Fincantieri per la costruzione di due nuove navi per il brand di lusso Explora Journeys che entreranno in servizio nel 2027 e 2028, e che potranno utilizzare il carburante a idrogeno per alimentare una cella a combustibile da sei megawatt che consentirà alle navi stesse di funzionare con i motori spenti durante le soste in porto, quindi senza produrre alcuna emissione nell’ambiente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crocierismo, a novembre approderà la nave più grande al mondo alimentata a gas naturale liquefatto

MessinaToday è in caricamento