Economia Tremestieri / SS114

Trenta famiglie col fiato sul collo, chiude anche Papino a Tremestieri

Un'altra brutta notizia per il settore, il Punto vendita di elettrodomestici della zona sud sta per abbassare le saracinesche, si sussurra di una trattativa. Ieri a Catania la Filcams ha incontrato la proprietà


Una trentina di famiglie col fiato sul collo. Un altro pezzo di commercio in città sta per lasciare. Chiuderà tra poche settimane, si parla del 30 giugno, il Punto vendita Papino a Tremestieri. Dopo la chiusura mesi fa del Centro commerciale a Barcellona Pozzo di Gotto Papino sta per abbandonare i locali della zona sud. Ieri a Catania, per la vertenza che interessa tutti i negozi in Sicilia, era presente la Filcams Cgil con Giselda Campolo e le notizie per Messina non sono positive.

Il segretario della Filcams di Messina, Francesco Lucchesi, dichiara: "L'azienda ha comunicato l'intenzione di chiudere a Tremestieri, noi diciamo no, il Punto vendita deve restare aperto magari utilizzando gli ammortizzatori sociali ma soprattutto i lavoratori non devono essere trasferiti fuori dalla provincia messinese". Il Gruppo Papino ha spiegato che la chiusura è dettata da difficoltà di mercato che non permette al negozio di elettrodomestici la sopravvivenza. Si sussurra di una trattativa in corso con Unieuro per rilevare l'attività ma ancora non c'è nulla di certo né di ufficiale. Gli addetti di Tremestieri sono in attesa di novità sul loro futuro.

Per le vertenze che interessano i supermercati tra capoluogo e provincia la Filcams rende noto che per il passaggio dei negozi Sma al Gruppo Arena, che detiene il marchio Decò, proseguono gli incontri per la defizione del trasferimento dei lavoratori mentre sul fronte Gicap la maggioranza degli addetti sta firmando le conciliazioni per entrare negli organici della Like Sicilia che ha rilevato i market del Gruppo Capone. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trenta famiglie col fiato sul collo, chiude anche Papino a Tremestieri

MessinaToday è in caricamento