rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Economia

Smart city, Previti: "Messina unica città italiana nel progetto europeo Urbanite"

Soddisfazione per l'assessore per il progetto finanziato dal programma comunitario Horizon 2020: "Stiamo operando al meglio per la trasformazione di Messina ancora una volta al centro dello scenario internazionale in ambito di transizione digitale"

“Siamo l’unica città italiana a partecipare al network Urbanite finanziato dal programma comunitario Horizon 2020 e stiamo operando al meglio per la trasformazione di Messina in una smart city. Il nostro Comune si è dotato difatti di numerose telecamere di ultima generazione che vengono utilizzate per molteplici usi: dalla registrazione dei livelli di traffico di veicoli a motore, all'individuazione di violazioni del codice stradale o di illeciti conferimenti di rifiuti”.

A dirlo Carlotta Previti assessore al Comune di Messina con delega alla Smart City, programmazione, pianificazione strategica Fondi Europei 2021-2027, rapporti con le Istituzioni Europee e con l’Università, aprendo stamani II assemblea generale del progetto europeo Urbanite che si terrà oggi e domani al Pala Cultura Antonello a Messina e alla quale parteciperanno i rappresentanti di città europee quali Bilbao, Amsterdam ed Helsinki. Il progetto pone ancora una volta Messina al centro dello scenario internazionale in ambito di transizione digitale.

“Il network Urbanite - prosegue Previsti - mira ad elaborare soluzioni digitali di ultima generazione per migliorare la gestione del traffico urbano e dei sistemi di mobilità cittadina. Vogliamo promuovere l'uso di tecnologie dirompenti in termini tecnologici attraverso l'uso e l'analisi di Big Data, algoritmi di AI, che ci forniscono in tempo reale la situazione. Un elemento nuovo, tuttavia, è legato alla promozione di strumenti innovativi per la partecipazione ai processi decisionali. Si tratta del Social Policy Laboratory (SoPoLab). Il progetto mira a fornire agli stakeholder del progetto e ai cittadini una serie di strumenti tecnologici innovativi a supporto dei processi decisionali dei dirigenti delle pubbliche amministrazioni e delle imprese. All'interno del progetto europeo ci sono quattro città pilota: Amsterdam, Bilbao, Messina e Helsinki. In ciascuno dei progetti pilota vengono studiati i bisogni delle città e sviluppati strumenti di analisi che verranno poi applicati a ciascuno dei Comuni. Per quanto riguarda la città di Messina, sono state condotte analisi sulla mobilità e sui suoi effetti sul trasporto pubblico locale. A tal fine, la piattaforma offrirà strumenti per facilitare il collegamento a fonti di dati e fornire funzionalità per condividere informazioni tra i portatori di interesse che potrebbero essere coinvolti e interessati allo stesso processo decisionale. La piattaforma offrirà inoltre la possibilità di: definire simulazioni e analisi sui dati raccolti (es. per stimare il traffico, identificare percorsi multimodali, i veicoli disponibili per il trasporto pubblico in ogni momento); definire dashboard personalizzate (per consentire a ciascun portatore di interesse di accedere velocemente alle informazioni di cui ha bisogno); visualizzare su mappe e grafici le informazioni relative alla mobilità (ad es. per identificare le strade in cui gli autobus stanno fermi. Questo insieme di capacità supporterebbe i decisori nelle loro attività quotidiane come l'identificazione dei problemi che affliggono i trasporti pubblici, e le strade che necessitano di interventi di manutenzione e di intervento per la sicurezza pubblica, o i problemi di inquinamento acustico e ambientale in città. Tale risultato è l’effetto tangibile di un indirizzo politico del nostro Comune particolarmente attento negli ultimi anni a tutto ciò che riguarda la transizione digitale. Va infatti ricordato, a tal proposito, che appena un anno addietro il Comune di Messina ha ottenuto il primo posto al Hitech Award di Rimini dedicato alle soluzioni digitali applicate alla Pubblica Amministrazione".

"Inoltre il Comune di Messina è insieme a Reggio Emilia l’unica città italiana ad essere stata ammessa al programma internazionale IURC (International Urban Regional Cooperation). In questo ambito la nostra città è stata gemellata al Comune di Kochi (India) sul tema delle soluzioni digitali per prevenire e gestire le calamità naturali”. Proprio in questi giorni il 7 novembre sono stata invitata a partecipare all’evento annuale del programma IURC che si terrà a Bruxelles. In quella occasione incontrerò il Direttore Generale del programma IURC, dott. Panagiotis ed una delegazione del Comune di Kochi (India) che verrà in visita a Messina nei giorni 9-12 novembre”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smart city, Previti: "Messina unica città italiana nel progetto europeo Urbanite"

MessinaToday è in caricamento