“Messina come Padova”, illuminazione con i pannelli fotovoltaici: la proposta green del Quinto quartiere

Secondo il consigliere Laimo si potrebbe partire con la strada di collegamento "Salita Portella Castanea" ed estendere poi in tutta la città. “Altri comuni hanno realizzato tagliato i costi per illuminazione pubblica e riscaldamento senza spendere un soldo”

Pali di pubblica illuminazione con apposito pannello fotovoltaico per garantire così maggiore visibilità per gli automobilisti a costo praticamente pari a zero, un investimento che porterebbe ad un risparmio di denaro pubblico. Ci crede nel progetto la Quinta Circoscrizione che ha discusso nella quarta commissione ambiente e territorio presieduta dal consigliere Laimo, la proposta di un progetto pilota per l'illuminazione green.

Un vecchio cavallo di battaglia del consigliere Laimo, che già nel 2017 assieme al vice presidente del Consiglio comunale Nino Interdonato, avevano evidenziato la possibilità di lancio di tale investimento. Nella fattispecie si potrebbe partire con la strada di collegamento "Salita Portella Castanea", arteria particolarmente frequentata che collega la città a svariati villaggi collinari con elevata densità abitativa. Dunque poter illuminare quelle arterie che in questo momento si trovano prive di pubbliche illuminazione sfruttando una delle risorse migliori del Sud Italia, ovvero l'energia solare. Una proposta lancio in quel tratto di strada che potrebbe essere esteso in tutta la città di Messina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Il Comune di Padova - spiega Laimo - ha tagliato un milione e mezzo di euro in costi per l’illuminazione pubblica e il riscaldamento e non ha speso un soldo per ottenere questo brillante risultato. Per tali interventi lo stesso Comune ha ottenuto il Premio Energy Med per il risparmio energetico nelle Pubbliche Amministrazioni e il Premio all'innovazione amica dell’ambiente, promosso da Legambiente. Adesso - conclude Laimo -  si attendono le risposte dall'Amministrazione sulla fattibilità dell'opera”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo ricovero per coronavirus al Policlinico, una cinquantenne in arrivo da Patti: due impiegati in isolamento

  • Brigata Aosta nello sconforto per la morte del militare, indagini a tutto campo a Capo d'Orlando

  • Nonno positivo al Covid, tre alunni della "Catalfamo" in quarantena

  • Roccalumera piange Angelica, sconfitta dal tumore a soli 18 anni

  • Coronavirus, 98 i nuovi positivi in Sicilia (9 a Messina e provincia): a Patti una classe in isolamento

  • Caio Duilio, la dirigente rifiuta le aule: “Non permetterò che scelte miopi decretino la fine del Nautico”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento