Domenica, 21 Luglio 2024
Politica

Il cordoglio della politica siciliana per la morte di Berlusconi, Schifani: "Perdo un grande amico"

Il governatore commenta il decesso dell'ex premier, leader di Forza Italia: "Il Paese perde un grande statista, un uomo che ha cambiato la politica". Dafne Musolino: "Si chiude una pagina della storia italiana"

"La notizia della morte di Silvio Berlusconi mi sconvolge, essendo venuto meno non soltanto il mio leader politico ma un fraterno amico". Lo dice il presidente della Regione Siciliana, Renato Schifani, commentando la notizia della scomparsa del leader di Forza Italia ed ex presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi.

"Esprimo la mia più affettuosa vicinanza e il mio più sentito cordoglio ai familiari - prosegue il presidente -. L’Italia perde un grande statista, un uomo che ha cambiato la politica, dando una casa comune a quanti si riconoscono nei valori liberali che hanno garantito la tenuta democratica del Paese".

Morto Berlusconi, le immagini dal San Raffaele di Milano

"Berlusconi è stato un leader che ha dominato la scena politica internazionale degli ultimi 30 anni - conclude il governatore Schifani -. Personalmente perdo un riferimento politico e una guida, al quale devo il mio impegno diretto nelle istituzioni, ma soprattutto un amico con il quale ho condiviso anni di battaglie per la libertà e per il bene dell’Italia.

Dafne Musolino: "Si chiude una pagina della storia italiana"

“Il mio cordoglio e la vicinanza ai familiari e ai colleghi di Forza Italia per la scomparsa del Presidente Silvio Berlusconi. Un protagonista assoluto e unico della vita politica, la cui discesa in campo determinò la nascita della Seconda Repubblica. Ci sarà tempo per un bilancio a tutto tondo. Quel che è certo è che oggi, con la sua scomparsa, si chiude per sempre una pagina della storia d’Italia.” Così in una nota la senatrice di “Sud Chiama Nord” e vicepresidente del Gruppo per le Autonomie, Dafne Musolino. 

Marianna Caronia: "Uno statista dalla grande generosità"

"Scompare un protagonista assoluto della vita politica italiana, un uomo di Stato che ha rappresentato il nostro paese nel mondo e che ha raccolto il consenso tra gli italiani grazie alle sue straordinarie capacità di comunicazione e di concretezza che, prima della politica attiva, lo hanno contraddistinto nella sua lunga esperienza imprenditoriale. Silvio Berlusconi è stato il punto di riferimento dei moderati e dell'area cattolica e popolare". Lo afferma Marianna Caronia, capogruppo della Lega all'Assemblea regionale siciliana. 

"Più volte presidente del Consiglio dei ministri, ha saputo porre attenzione alle fasce più deboli della popolazione riuscendo nel tempo a far crescere l'Italia e a renderla protagonista a livello internazionale - aggiunge Caronia -. Fautore dell'accordo di Pratica di Mare, tra Russia e Stati Uniti, ha saputo ritagliarsi un ruolo di mediazione che ha permesso di vivere decenni di distensione e pace a livello internazionale. Perdiamo uno statista, un uomo che si è affermato grazie alla sua intelligenza all'impegno quotidiano nel lavoro. L'Italia perde un gigante della politica e dell'imprenditoria ma soprattutto un uomo dalla stragrande generosità che si è impegnato fino alla fine dei suoi giorni per il paese che amava". 

Caruso: "Addio a una guida carismatica" 

"L'Italia perde uno dei più grandi statisti della sua storia. Un uomo che in tutta la sua vita, prima come imprenditore e poi come rappresentante delle istituzioni e di governo, ha dedicato le proprie energie a creare nuove opportunità per tutti, nuovo sviluppo, nuova economia, sempre all'insegna della libertà e dei valori della democrazia liberale. La Sicilia in particolare perde un grande amico, un uomo che nei tanti anni del suo impegno civile si è sempre dimostrato vicino alle esigenze della nostra terra e dei suoi cittadini. Tutti noi di Forza Italia perdiamo non soltanto un leader indiscusso e una guida carismatica, ma un grande e fraterno amico". Lo dichiara Marcello Caruso, coordinatore regionale di Forza Italia in Sicilia.

Donato: "Ci mancherà il suo coraggio" 

"Silvio Berlusconi in economia e in politica ha avuto la straordinaria capacità di riunire in un unico soggetto i partiti di centrodestra imprimendo alla politica una scossa libertaria. Con lui se ne va uno dei maggiori protagonisti della vita politica di questo Paese. La sua scomparsa ci addolora, ci mancherà la sua capacità diplomatica in politica estera, la sua personalità autentica e indomita e il suo coraggio". Così l'europarlamentare Francesca Donato, vicepresidente nazionale della Democrazia Cristiana.

Pellegrino: "Sicilia perde amico, amante di democrazia e libertà"

"La Sicilia ha perso oggi un grande amico. L'Italia ha perso un uomo che ne ha segnato la storia economica, sociale, politica e culturale rappresentando un modello di impresa e un modello di politica liberale, moderata e democratica. Noi di Forza Italia proseguiremo il suo impegno per la democrazia e per i valori della libertà." Lo dichiara Stefano Pellegrino, presidente dei deputati di Forza Italia all'Assemblea Regionale Siciliana.

Raffaele Lombardo: "Perdo un amico attento e generoso"

Una triste notizia, attesa eppure sconvolgente. Silvio Berlusconi è stato per me un amico, attento e generoso, prima che un politico ed uno statista. Venne a far visita alla Provincia nel 2005 chiedendoci di sostenere Umberto Scapagnini e incoraggiandoci nel dar vita al Mpa. Nel 2006 convinse Bossi a fare lista insieme per le politiche e nel 2008 ci volle “alleati per il Sud” insieme a Lega e Pdl, avallando la mia candidatura a Presidente della Regione. Volle fortemente il Ponte sullo Stretto che era il nostro cavallo di battaglia. Lo dichiara l'ex Presidente della Regione Siciliana Raffaele Lombardo commentando la notizia della scomparsa di Silvio Berlusconi. “Trascorsi un’intera giornata con lui ad Arcore il 25 aprile del 2019, in giro per il parco e tra le sue collezioni e non ebbe bisogno di convincermi a votare proprio lui alle Europee. Mi sento sinceramente e spiritualmente vicino ai familiari e alle persone care nei quali lascia un vuoto incolmabile.”

Totò Cuffaro: "Protagonista indiscusso degli ultimi trent'anni" 

"Silvio Berlusconi ha rappresentato per l'Italia e per l'Europa un punto di riferimento per la politica. Con lui, scompare un pezzo della storia d'Italia. È stato un protagonista indiscusso della politica degli ultimi trent'anni, sapendo cogliere nei primi anni '90 le esigenze degli italiani, incidendo non solo nelle Istituzioni, ma anche nella vita di tutti i cittadini". Lo dichiara il segretario nazionale della Dc Totò Cuffaro. "Con la sua scomparsa, l’Italia perde un grande politico e un grande imprenditore che ha creato migliaia di posti di lavoro, un uomo che ha fatto la storia, sempre pronto al confronto politico. È stato premier negli anni in cui ero Presidente della Regione e non ha mai fatto venire meno il suo supporto e la sua vicinanza alla Sicilia. Più volte abbiamo interloquito, supportando fattivamente le attività che il mio governo portava avanti per il bene dei siciliani. Oggi anche la Sicilia è a lutto. Alla famiglia, agli amici e a tutta Forza Italia va un sentito abbraccio da parte di tutta la Dc”, conclude.

Anthony Barbagallo: "Ha segnato un'epoca, non solo politica" 

“Silvio Berlusconi ha segnato un’epoca e parte della storia, non solo politica, degli ultimi 30 anni della nostra Repubblica. Adesso sarà la storia a giudicare il suo operato di imprenditore, statista, politico innovatore seppur alcuni aspetti restino ancora non del tutto chiari. Io sicuramente lo ricorderò, da tifoso milanista, come il migliore Presidente che ha portato per sempre la squadra rossonera nell’olimpo del calcio”. Lo dichiara il segretario regionale del PD Sicilia, Anthony Barbagallo, appresa la notizia della scomparsa dell’ottantaseienne leader e fondatore di Forza Italia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cordoglio della politica siciliana per la morte di Berlusconi, Schifani: "Perdo un grande amico"
MessinaToday è in caricamento