rotate-mobile
Politica

La manovra passa al Senato, ecco cosa cambia su pensioni, ponte sullo Stretto e affitti brevi

La legge di Bilancio ora deve tornare alla Camera, dove dovrà ottenere il via libera entro il 29 dicembre, pena l’esercizio provvisorio

Con 112 sì, 76 no e 3 astenuti, la legge di bilancio 2024 del Governo Meloni ottiene il via libera del Senato e ora dovrà tornare alla Camera per essere approvata entro e non oltre il 29 dicembre, data ultima per evitare l’esercizio provvisorio. Saltata l’approvazione lampo a metà mese, l’esecutivo si è ridotto a dover approvare la manovra al fotofinish, complici le tante criticità emerse nelle ultime settimane.

All’indomani dell’affossamento della ratifica del Mes da parte dell’aula di Montecitorio, in Senato non sono mancati momenti di tensione e scambi di accuse. "Dovevate insistere sul no al Mes – ha detto Il capogruppo dei 5 stelle Stefano Patuanelli – per ottenere buoni risultati sul Patto di Stabilità. Di questa vostra strategia oggi non rimane nulla. Il Patto di stabilità è talmente lacrime e sangue per l'Italia che perfino l'Olanda ha festeggiato". 

A movimentare la discussione, anche un’ingiuria lanciata dal senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri, al leader di Italia Viva, Matteo Renzi. L’ex premier aveva attaccato i forzisti, rei di aver tradito, a suo dire, l’ispirazione "europeista" del loro defunto leader, Silvio Berlusconi.

Le novità sulle pensioni

La situazione più delicata era quella dei medici, che potranno continuare a lavorare fino all’età di 70 anni. Per chi andrà in pensione anticipata dall’anno prossimo, il taglio è ridotto di un 36esimo per ogni mese in più al lavoro, fino ad azzerarsi con tre anni di lavoro in più. Si alleggerisce anche il taglio delle pensioni per oltre 700 mila dipendenti pubblici per i prossimi vent’anni. Chi maturerà i requisiti di pensione anticipata entro il 31 dicembre, non si vedrà alleggerire l’assegno, idem per chi, dal 2024 in poi, andrà in pensione di vecchiaia all’età di 67 anni. Confermato il taglio per chi sceglierà di andare in pensione in anticipo.

Le novità su mutui e affitti brevi

Lo Stato offrirà garanzie alle famiglie numerose che accenderanno mutui per acquistare la prima casa. I nuclei che accederanno all’agevolazione sono quelli con tre o più figli sotto i 21 anni e con un Isee compreso tra 40 e 50 mila euro. La garanzia crescerà in base al numero di figli. Come già annunciato nelle scorse settimane, la cedolare secca per le case destinate ad affitti brevi (meno di un mese) sale del 21 al 26 per cento. L’aumento scatterà dalle seconde case.

Le novità sul ponte di Salvini

Confermati anche i 2,3 miliardi "scippati" al Fondo di sviluppo e coesione per il ponte sullo Stretto di Messina, un blitz degli ultimi giorni che aveva mandato su tutte le furie i presidenti di Calabria e Sicilia.

Per finanziare gli oltre 11,6 miliardi necessari a costruire l’opera tanto cara al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Matteo Salvini, lo Stato sborserà ulteriori 9,3 miliardi dal 2024 al 2032.

Fonte: Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La manovra passa al Senato, ecco cosa cambia su pensioni, ponte sullo Stretto e affitti brevi

MessinaToday è in caricamento