Politica

Contratto Atm, De Luca: "Approvato ma non c'è l'esecutività"

Le sorprese non finiscono mai, per la mancanza di un solo voto favorevole in aula manca l'immediata operatività dell'atto dopo l'approvazione in Consiglio comunale. A rischio da dopodomani stipendi e contratti del personale. Nota di Filt e Uiltrasporti

Sul contratto di servizio Atm le sorprese non finiscono mai. Di mattina l'approvazione in Consiglio comunale dell'atto che era stato respinto tre giorni fa, nel pomeriggio il video del sindaco De Luca che segnala come in aula, per un solo voto favorevole, non è passata l'immediata esecutività della delibera che non consentirà di formalizzare il documento.

A rischio ci sarebbero contratti e pagamento degli stipendi. Il primo cittadino che si è detto stanco di "Giochi e giochetti" ha rimandato tutti alla diretta facebook di domani alle 19 e ha scritto: "È’ stata approvata la delibera del contratto di servizi tra il comune e la nuova Atm spa (12 a favore ed 11 contrari/astenuti) ma il consiglio comunale ha bocciato l’immediata esecutività sostenuta da 13 voti favorevoli ma ne occorrevano 14 (2/3 dei consiglieri partecipanti al voto cioè 2/3 di 20) - dice De Luca - risultato: noi domani non potremo firmare il contratto di servizi perché sarà necessario aspettare dieci giorni dalla pubblicazione della delibera. (15 di gennaio circa) Bravi! Questa è la strada giusta per portare a sbattere la città!". La partita dunque tra i consiglieri astenuti, assenti e contrari alla futura Atm Spa e l'amministrazione comunale non sembra finita. Le assenze tra i favorevoli continuano dunque ad avere un peso determinante. 

Contratto di servizio, in 72 ore il Consiglio prima boccia e dopo approva 

Filt Cgil e Uiltrasporti in una nota scrivono: "Poco ci interessano le dinamiche politiche che hanno portato alla bocciatura prima e all’approvazione  dopo della delibera del contratto di servizi tra il comune e la nuova ATM spa - dichiarano Carmelo Garufi e Michele Barresi segretari di Filt Cgil e UIltrasporti, ma fa male il sindaco a rimproverare il consiglio comunale che ne ha invece bocciato oggi l’immediata esecutività rendendo necessario attendere dieci giorni dalla pubblicazione della delibera. Ricordiamo che già il sindaco, non a caso, aveva posticipato a marzo l’avvio della nuova Spa, quindi il resto, la fretta e le pressioni appartengono unicamente alla tattica d’aula che poco riguarda il sindacato e il bene dei lavoratori. 

A Filt Cgil e UIltrasport, pur non condividendo la fretta con cui ci si ostina a procedere politicamente verso una Spa, preme invece che si approfitti  di queste settimane per formalizzare quali siano le modalità normative che si intende utilizzare per il trasferimento dei lavoratori  - chiedono Garufi e Barresi - indipendentemente dall’esito del ricorso presentato al tribunale del lavoro, ad oggi non c’è chiarezza in nessun atto di questa amministrazione e neppure nel testo del contratto di servizio su svariati punti che riguardano il destino dei 500 lavoratori del loro Tfr e delle tutele dei diritti acquisiti che, citando le parole del sindaco, non possono essere affrontate con “forzature” come si è tentato di procedere nelle passate settimane".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contratto Atm, De Luca: "Approvato ma non c'è l'esecutività"

MessinaToday è in caricamento