rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Sport

Tre giorni all’insegna dello sport, conclusa la I edizione di UniMeGames: così i vincitori

Cli studenti dei 12 Dipartimenti dell’Ateneo si sono sfidati nelle discipline di basket, calcio, pallavolo, tennis doppio misto e nuoto staffetta 4×50

Si è conclusa la prima edizione degli UniMeGames, competizione sportiva interdipartimentale che ha visto gli studenti dei 12 Dipartimenti dell’Ateneo sfidarsi nelle discipline di basket, calcio, pallavolo, tennis doppio misto e nuoto staffetta 4×50.

Dopo tre giorni intensi, all’insegna del sano agonismo e del fair play, il Dipartimento che si è aggiudicato il gradino più alto del podio è stato quello di Patologia Umana dell’Adulto e dell’Età evolutiva “Gaetano Barresi”. Al secondo posto il Dipartimento Biomorf ed al terzo quello di Ingegneria.

La manifestazione, organizzata dall’Ateneo peloritano in collaborazione e su proposta dell’Incubatore di Idee “Crescendo”, aveva preso il via con una sfilata in stile olimpico delle compagini dipartimentali che hanno sventolato le bandiere, anche, durante la cerimonia di chiusura, svoltasi all’anfiteatro della Cittadella Sportiva Universitaria. Alla premiazione ha preso parte il prorettore ai Servizi agli studenti,  prof.ssa Roberta Salomone, la quale ha rivolto il suo personale plauso alle squadre e ha lodato l’impegno organizzativo della prof.ssa Graziella Scandurra, Coordinatrice dei referenti dipartimentali per gli UniMeGames. Quest’ultima ha ringraziato Silvia Bosurgi, Presidente SSD UniMe, per l’ospitalità ed ha augurato al personale docente e non di “riuscire a farsi coinvolgere sempre di più dall’entusiasmo degli studenti, dal sentimento di appartenenza e dall’orgoglio dimostrato nei confronti dei propri Dipartimenti e della propria Università”. Un ringraziamento speciale è stato rivolto a tutti i colleghi dei vari Dipartimenti che hanno contribuito alla realizzazione dell’evento, curando la formazione delle proprie squadre, creando una validissima rete di comunicazione tra gli organizzatori e i ragazzi e seguendo i propri atleti in campo, come tifosi o, in alcuni casi, come coach.

Alla premiazione finale, erano presenti, anche, gli studenti Luca Famà, Alessandra Silvestro e Francesco Mondello, componenti dell’Incubatore di Idee “Crescendo”, promotore dell’iniziativa.

Sono intervenuti, inoltre, il prof. Carlo Giannetto e Marika Margiotta, i quali hanno presentato il progetto SKILL – IN dell’Ateneo che si propone di veicolare la cultura dell’inclusione mediante l’attivazione del settore sportivo per atleti con disabilità. Di inclusione ha parlato, inoltre, Francesco Giorgio, delegato provinciale del Cip – Comitato Italiano Paralimpico. Davide Liotta, responsabile della ASD ARB Messina, ha infine posto l’accento sul Plogging, ovvero, il perfetto connubio fra sport e rispetto per l’ambiente. Contestualmente, sono stati presentati i giovani (alcuni studenti UniMe) che hanno preso parte ai Mondiali di Plogging di Sestriere.

Di seguito il medagliere dei primi 3 classificati:

- Patologia Umana dell’Adulto e dell’Età evolutiva “Gaetano Barresi” (oro nel calcio e nel nuoto, argento nel nuoto e bronzo nel tennis);

– BIOMORF (oro per basket, pallavolo e tennis);

– Ingegneria (argento nel basket e bronzo nel nuoto).

Gli altri Dipartimenti che hanno conquistato medaglie: Giurisprudenza (argento nel calcio), COSPECS (argento nella pallavolo), CHIBIOFARAM (argento nel tennis), MIFT (bronzo nel calcio), DIMED (bronzo nella pallavolo). I giochi interdipartimentali hanno coinvolto circa 500 studenti per un totale di 50 squadre, di cui hanno fatto parte anche le nuove matricole, suddivise nelle varie discipline Dopo le premiazioni e la foto di rito i ragazzi hanno dato il via alla festa con Dj ed hanno rinnovato l’appuntamento per la seconda edizione degli UniMeGames.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre giorni all’insegna dello sport, conclusa la I edizione di UniMeGames: così i vincitori

MessinaToday è in caricamento