Venerdì, 12 Luglio 2024
Volley

A2. Con coach Bonafede la musica non cambia: Akademia Messina battuta 3-0 da Marignano

L'Omag espugna il palazzetto siciliano: il nuovo tecnico si è detto comunque soddisfatto della squadra

Una prova di grande carattere quella della Desi Shipping Akademia Messina che, nonostante la sconfitta per 3-0 per mano della vicecapolista OMAG-MT San Giovanni in Marignano, gioca un’ultima partita di regular season grintosa e con tanta determinazione. Parte bene in ogni set la formazione di casa che, però, lascia il passo nella seconda parte delle diverse frazioni e si vede costretta a cedere alla forte compagine ospite. Inizio di gara molto intenso e combattuto: Messina mette subito la testa avanti ma le ospiti sono abili a rimanere agganciate alle avversarie. Akademia riesce a scappare sul +2 ma le romagnole non si scompongono e, con un break di 4-0 firmano il contro sorpasso ed il momentaneo +2, trasformato poco dopo in +4. Akademia tenta di reagire ma San Giovanni in Marignano non rallenta e contiene con ordine la reazione delle padrone di casa, aumentando anche il vantaggio a 7 lunghezze, utili ad indirizzare il set verso la vittoria (17-25). Come nella prima frazione, anche la parte iniziale del secondo set scivola via con grande equilibrio in campo: Akademia appare grintosa e riesce a dare filo da torcere alle ospiti, con le due compagini che si inseguono a vicenda per diversi scambi, fino a quando la OMAG-MT piazza un break di 4-0 e si porta sul +4.

Messina prova a scuotersi ma le romagnole sono abili a contenere il ritorno delle avversarie mantenendo sempre un margine rassicurante di 4/5 lunghezze. La Desi Shipping tenta con grinta di riportare in equilibrio il set ma le ospiti non si lasciano intimorire e continuano ad allungare, arrivano fino all’ampio +7 che, di fatto, consegna loro anche la seconda frazione (19-25). Parte forte nella terza frazione la squadra ospite che, pronti via, cerca di mettere a testa avanti per indirizzare il prima possibile il match a proprio vantaggio. Messina non ci sta e, recuperando un doppio svantaggio, riesce anche a siglare il controsorpasso con la Martinelli che infiamma il pubblico di casa. La OMAG-MT non accusa il colpo ed allunga nuovamente fino al +5. Akademia non molla e, sospinta da un pubblico calorosissimo, trova i punti che valgono il meritato aggancio anche se, poco dopo, vengono ricacciate indietro di 5 dalle ospiti. Coach Bonafede si schiera nello starting six iniziale con la coppia Muzi-Ebatombo sulla diagonale palleggiatore-opposto, Martilotti e Robinson sono le due schiacciatrici mentre le centrali sono Martinelli e Mearini. Il libero è Giorgia Faraone.

Coach Barbolini risponde con Turco-Perovic nella diagonale palleggiatore-opposto, Bolzonetti e Rachkovska le due schiacciatrici, le due centrali sono Parini e Babatunde mentre il libero è Giorgia Caforio. Partita da subito molto intensa e combattuta. Parte bene Messina che, con grande aggressività, prova a mettere la testa avanti ma le ospiti rimangono sempre incollate alle padrone di casa. L’ace della Robinson spezza l’equilibrio e vale il momentaneo +2 per Akademia (8-6) che, però, viene ribaltato perentoriamente dalle romagnole che, con un break di 4-0, si portano sul 9-11 che determina il primo time out della partita per la panchina di casa. La OMAG-MT non accenna a rallentare ed allunga fino al nuovo massimo vantaggio (10-14). Coach Bonafede mischia un pò le carte e la reazione delle padrone di casa non tarda ad arrivare, anche se le ragazze di Coach Barbolini riescono a contenere con ordine il ritorno di Muzi e compagne (12-17 e nuovo time out speso da Akademia). Due ace di fila delle ospiti determinano il +7 che indirizza il set a favore delle romagnole (12-19). La Desi Shipping ci prova fino alla fine ma la vicecapolista mette in campo tutta la propria forza e riesce a portare a casa il primo set (17-25).

Come nella prima frazione, anche la parte iniziale del secondo set scivola via con grande equilibrio in campo: Akademia appare grintosa e riesce a dare filo da torcere alle ospiti, con le due compagini che si inseguono a vicenda per diversi scambi. Con un ottimo turno al servizio della Parini, San Giovanni in Marignano si rende protagonista di un buon break e lascia al palo le messinesi, allungando sul +4 e costringendo Coach Bonafede al time out (4-8). Il risultato, però, non è quello sperato e la OMAG-MT allunga ancora, prima che la Ebatombo, per due volte, interrompa l’emorragia di punti e tenti di scuotere le sue. Le romagnole resistono al tentativo di ritorno di Muzi e compagne e mantengono sempre un rassicurante vantaggio di 4/5 lunghezze. Sul momentaneo +6 ospite (14-20) arriva il time out chiamato da Coach Bonafede che tenta di scuotere le sue, ma San Giovanni in Marignano mette la palla a terra al rientro in campo e si porta sul massimo vantaggio (14-21). Il tesoretto costruito dalle romagnole resisterà sino alla fine, cosi da consegnare anche la seconda frazione a Perovic e compagne (19-25).

Parte forte nella terza frazione la squadra ospite che, pronti via, cerca di mettere a testa avanti per indirizzare il prima possibile il match a proprio vantaggio. Messina non ci sta e, recuperando un doppio svantaggio, riesce anche a siglare il controsorpasso con la Martinelli che infiamma il pubblico di casa (6-5). Si torna a giocare sul filo del grande equilibrio, con le due compagini che non si risparmiano e rispondono colpo su colpo ma, nel giro di poco, la OMAG-MT riesce a piazzare un nuovo allungo che costringe Coach Bonafede al time out (6-9). Messina è viva e, nonostante le romagnole non si lascino andare ad alcuna distrazione, tenta con determinazione di recuperare lo svantaggio che, comunque, rimane sempre di 4/5 punti. L’ace griffato dalla Martinelli vale il momentaneo -3 che scalda ancora di più il tantissimo pubblico di casa, seguito dal punto della Ebatombo che porta le peloritane sotto di 1 punto. Il muro delle ospiti è fuori e Akademia trova il meritato aggancio che rimette in equilibrio il match (12-12). Le romagnole si allontanano nuovamente di 3 ma, questa volta, la Desi Shipping appare decisa a non lasciarle scappare nuovamente e limita l’allungo ospite con decisione. L’ace della Parini vale il nuovo +4 per San Giovanni in Marignano e costringe il Coach di casa al time out (15-19), ma al rientro in campo arriva il nuovo ace della numero 9 ospite.

Il vantaggio della OMAG-MT resiste nonostante il tentativo di ritorno delle padrone di casa e, alla fine, le ragazze allenate da Coach Barbolini portano a casa anche il terzo ed ultimo set (18-25). “Rispetto a quanto avevo detto venerdì, quando sono arrivato a Messina, devo dire che mi sono sbagliato - così Coah Fabio Bonafede - Stasera per lunghi tratti ho visto una mia squadra sotto l’aspetto del carattere. Le ragazze hanno capito subito la strada da intraprendere per poterci salvare. Sono chiaramente non contento del risultato ma molto soddisfatto per quello che la squadra mi ha dato: era impossibile chiedere di più alle ragazze dopo cosi poco tempo insieme ma la cosa che mi fa tornare contento a casa è lo spirito. Se le premesse sono queste, allora ci basterà entrare nell’aspetto tecnico e, a prescindere se vinceremo o perderemo, allora vedremo della pallavolo. Il risultato ci sta tutto perché c’era la differenza tra le due squadre. Resta il rammarico perché abbiamo giocato a lunghi tratti alla pari, rimane però il rammarico perché non abbiamo saputo gestire al meglio alcuni palloni apparentemente facili. Stasera secondo me la prestazione è da salvare, ovviamente no nel punteggio ma per l’atteggiamento estremamente positivo”. Il tabellino del match:

AKADEMIA MESSINA - OMAG MARIGNANO 0-3 (17-25, 19-25, 18-25)

MESSINA: Varaldo 0, Martinelli 6, Catania 0, Ciancio (L) ne, Martilotti 6, Mearini 4, Muzi 3, Brandi 0, Silotto 0, Robinson 12, Ebatombo 14, Faraone (L) 0, Pisano (L) ne. All. Bonafede

OMAG Perovic 20, Biagini (L) 0, Bolzonetti 11, Salvatori 0, Cangini 0, Rachkovska 4, Covino 0, Saguatti 1, Parini 7, Aluigi 0, Turco 1, Caforio (L) 0, Babatunde 9. All. Barbolini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A2. Con coach Bonafede la musica non cambia: Akademia Messina battuta 3-0 da Marignano
MessinaToday è in caricamento