Attualità

Ringraziamenti del Comune per il bombaday, Cisl: “Stessa efficienza per le emergenze sociali”

Il giorno dopo le operazioni di disinnesco dell'ordigno bellico, il sindaco ha fatto il punto elogiando il lavoro degli enti che hanno supportato le attività. Il sindacato di Genovese: "Messina campo minato"

Il giorno dopo il bombaday i ringraziamenti. Ieri li aveva già estesi il prefetto Maria Carmela Librizzi l'amministrazione comunale, rappresentata dal vicesindaco Salvatore Mondello e dall’assessore alla Protezione Civile Massimiliano Minutoli al Centro operativo Comunale, ha coordinato le attività operative connesse all’assistenza alla popolazione e in supporto alle forze dell’ordine.

Il sindaco Cateno De Luca, che ha seguito in contatto diretto con l’assessore Minutoli tutte le fasi delle operazioni, ha ringraziato tutti gli Enti e quanti sono stati impegnati sul campo per le attività operative e per la piena riuscita delle operazioni. Gli assessori Mondello e Minutoli, preannunciando la realizzazione di un “debriefing” tra le funzioni che hanno operato a livello comunale da effettuarsi a stretto giro, desiderano ringraziare la Prefettura, la Questura, le Forze dell’ordine (Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia Metropolitana), la Capitaneria di Porto e la Guardia Costiera, i Vigili del Fuoco, il Dipartimento comunale e regionale di Protezione Civile che ha coordinato le forze del volontariato sul campo, la Polizia municipale, i Servizi Sociali e la Messina Social City; un ringraziamento particolare infine a tutti i volontari delle associazioni di volontariato della Protezione Civile e della Croce Rossa Italiana.

La piena sinergia tra tutti gli enti ha consentito di svolgere le operazioni in assoluta tranquillità per il 4° Genio Guastatori di Palermo, ai quali la città porge un sentito ringraziamento, e limitato i disagi per la popolazione interessata pari a circa 4000 persone. Si desidera ringraziare il 118, l’Asp di Messina, il Collereale, Casa Serena e l’Istituto Sant’Antonio, che si è reso disponibile ad offirire ospitalità".

Il video degli interventi 

Cisl soddisfatta ma con qualche distinguo. Il segretario Tonino Genovese dice: "È stata la testimonianza di come, noi messinesi, rispettando ruoli e compiti assegnati, possiamo raggiungere quanto prefissato, come quella inglese, sul territorio messinese ci sono tante altre bombe: c’è quella occupazionale, quella sociale, quella dei giovani che vanno via, quella del degrado e  della legalità, dei mancati investimenti e delle attività produttive che non ci sono più. Bombe che sono già esplose e stanno mettendo a rischio quel poco di futuro che ancora può avere questo territorio".

E allora, il segretario generale della Cisl Messina lancia un appello "a tutti i soggetti che hanno titolarità e possibilità di intervenire". "Si faccia esattamente come avvenuto per il residuo bellico – sostiene Genovese – si fissi l’obiettivo, si definiscano le azioni coerenti e si lavori in sinergia, ognuno per il proprio ruolo e compito, con un coordinamento unico, per risolvere le bombe sociali che questo territorio ha bisogno di disinnescare. Sono sicuro che se verrà messa in campo la stessa efficienza e collaborazione dei cittadini viste nella giornata di ieri, Messina potrà ritornare ad essere un territorio di prospettiva e di sviluppo e non un campo minato pronto ad esplodere".


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ringraziamenti del Comune per il bombaday, Cisl: “Stessa efficienza per le emergenze sociali”

MessinaToday è in caricamento