Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca

Il 118 dell'ex Mandalari trasferito al Papardo, l'allarme dei sindacati: "Possibili ripercussioni sui soccorsi"

Il presidio di viale Giostra sarà interessato da lavori di adeguamento

La postazione del 118 verrà spostata dall'ex Mandalari all’azienda Papardo per il tempo necessario all’adeguamento dei locali lungo il viale Giostra.  Sessanta giorni, secondo quanto stimato dall'Asp, che, in piena stagione balneare potrebbero divenire cruciali per la salute dei cittadini si spera non avranno ripercussioni sull'arrivo dei soccorsi. A lanciare l'allarme i sindacati che avevano già lanciato l'appello alle istituzioni e agli organi competenti per trovare soluzioni alternative. 

“Già un mese fa  -  scrivono il Coordinatore Provinciale Seus Messina, Michele Vernuccio e la Segretaria della Cisl Fp Messina Giovanna Bicchieri, che tornano a fare appello a tutte le istituzioni coinvolte  - avevamo rappresentato tutta la nostra preoccupazione per lo spostamento della postazione 118 a Papardo, denunciando il rischio di spostarsi da una parte all’altra della città, in mezzo al caos cittadino specie nelle ore di punta in piena stagione balneare, che  può volere dire arrivare troppo tardi per dare soccorso e salvare una vita. Il nostro appello alla concertazione nelle scelte e alla ricerca di una soluzione alternativa però è caduto nel vuoto ed oggi lo spostamento diverrà esecutivo, con tutto ciò che questo comporta.”

“Non vogliamo essere profeti di sventure ma  - proseguono Vernuccio e Bicchieri – abbiamo l’obbligo di tenere alta l’attenzione su un tema così importante per la Salute Pubblica e la Sicurezza sui Luoghi di Lavoro per i professionisti della Seus. Un tema sul quale le Istituzioni devono intervenire per tempo evitando situazioni di rischio per i cittadini. Ecco perché oggi torniamo ad invitare nuovamente i vertici dell’ASP, della Seus e della C.O del 118, Sindaco, Prefetto ed Assessorato regionale alla Salute ad intervenire nel merito, mettendo a disposizione il nostro contributo, quali forze sociali e professionisti del settore, consci delle vere criticità e del rischio a cui sarà esposto ogni cittadino  a partire da oggi".  

"Va da sé - concludono i rappresentanti del sindacato - che in caso di mancata risposta e nella malaugurata ipotesi che accada l'inevitabile, ci costituiremo parte civile in qualunque procedimento a tutela dei cittadini e dei lavoratori".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 118 dell'ex Mandalari trasferito al Papardo, l'allarme dei sindacati: "Possibili ripercussioni sui soccorsi"
MessinaToday è in caricamento