Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Furti aggravati e detenzione di materiale esplosivo, due arresti

Un 44enne originario di Taurianova e il messinese Salvatore Ferro incastrati dalle telecamere di videosorveglianza e da una attenta attività di indagine. Sono ritenuto responsabili di una serie di fatti criminosi commessi da marzo a maggio del 2018

Sono responsabili di una serie di furti in città tra marzo e maggio del 2018, compreso quello in una cartoleria dove hanno tagliato la saracinesca per portare via un cassetto del bancone con gratta e vinci e 400 euro.

Questa l'accusa per Alessandro Cipriani, 44enne originario di Taurianova, già detenuto per altra causa, e Salvatore Ferro, messinese di 40 anni, ritenuti responsabili in concorso tra loro del reato di furto aggravato raggiunti da una ordinanza di misura cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Messina. Il Ferro è accusato anche di detenzione illegale di esplosivo. 

Ad eseguire l'ordinanza, i poliziotti delle Volanti dopo una attenta attività d’indagine, coordinata dalla Procura di Messina, che ha permesso di ricostruire la dinamica di un episodio criminoso risalente al maggio 2018, anche attraverso la visione delle immagini di sistemi di videosorveglianza, accertando la responsabilità degli autori.

In particolare, i due soggetti arrestati, dopo essersi introdotti all’interno di una cartoleria/edicola, tagliando la saracinesca e forzando la porta d’ingresso, avevano asportato un cassetto del bancone contenente “gratta e vinci” e la somma di denaro ammontante a circa 400 euro. Nella medesima circostanza, i due si erano, inoltre, impossessati di un camion di una ditta di traslochi che avevano poi parcheggiato davanti all’ingresso dell’esercizio commerciale, per evitare di essere visti da eventuali passanti. Le successive perquisizioni effettuate sui mezzi in uso ai malviventi e presso le rispettive abitazioni permettevano di rinvenire e sequestrare attrezzi atti allo scasso utilizzati per commettere il furto, i capi di abbigliamento indossati da uno dei due malfattori, parte del denaro sottratto presso l’edicola, una cesoia utilizzata verosimilmente per tagliare la saracinesca, nonché una bomba carta detenuta illegalmente del peso complessivo di 406 grammi.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti aggravati e detenzione di materiale esplosivo, due arresti

MessinaToday è in caricamento