Taormina, spaccio di cocaina: arrestato dai carabinieri

Nel corso di un servizio di controllo i militari hanno controllato il 39enne mentre era in transito con l'autovettura

Carabinieri di Taormina (Foto di repertorio)

Detenzione ai fini di spaccio di cocaina. Con quest'accusa i carabinieri della Compagnia di Taormina hanno arrestato, in flagranza di reato, un 39enne, già noto alle forze dell’ordine. Nel corso di un servizio di controllo del territorio finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze
stupefacenti, i militari hanno controllato il 39enne mentre era in transito a bordo della sua autovettura e insospettiti dal suo atteggiamento nervoso hanno deciso di approfondire l’accertamento sottoponendolo a perquisizione personale. Il controllo ha consentito di rinvenire,
indosso all’uomo, circa 11 grammi di cocaina e 300 euro in banconote di piccolo taglio. La sostanza stupefacente e il denaro, ritenuto provento di attività illecita, sono stati sequestrati e il giovane è stato arrestato, in flagranza di reato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Ultimate le formalità di rito, l’arrestato, su disposizione del Sostituto Procuratore della procura della Repubblica di Messina, è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione in attesa della convalida davanti al Gip del Tribunale di Messina. Oggi l'autorità giudiziaria dopo aver convalidato l’arresto operato dai sarabinieri, ha disposto la misura
cautelare degli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donne contro le donne, esplode il caso delle vignette "scandalose" di Lelio Bonaccorso

  • Covid, è morto il sindacalista Santino Paladino

  • Stroncato da un malore mentre consegna la frutta a un cliente, muore il titolare di una azienda

  • Coronavirus, due i casi a Messina con la sindrome di Kawasaki

  • Messa della vigilia di Natale alle 20, cenoni e tombolate con parenti "ristretti": prime anticipazioni sul Dpcm delle feste

  • Il supercriminologo: “Su Viviana e Gioele riparto da zero ma i dettagli parlano chiaro”

Torna su
MessinaToday è in caricamento