Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Gazzi / Policlinico di Messina

Arrestato l'infermiere che ha abusato sessualmente di una paziente del Policlinico

L'uomo aveva molestato una donna di 70 anni durante la notte del 17 febbraio. Ad incastrarlo le tracce biologiche sui vestiti della vittima e i residui di un farmaco anestetico utilizzato per compiere lo stupro

E' stato arrestato dai carabinieri l'infermiere del Policlinico che lo scorso 17 febbraio ha abusato sessualmente di una paziente di 70 anni durante il turno di lavoro.

Si tratta di un 53enne messinese incensurato. L'uomo dovrà adesso rispondere di violenza sessuale aggravata. I militari lo hanno prelevato dalla propria abitazione in esecuzione della misura cautelare disposta dal tribunale su richiesta della Procura. 

La vicenda

Nella notte del 17 febbraio l'infermiere, durante il turno nell'ospedale di viale Gazzi,  ha somministrato un farmarco con effetti narcotizzanti alla paziente per poi molestarla sessualmente. A denunciare l'accaduto la stessa vittima che ha allertato i carabinieri. 

I militari intervenuti hanno posto a sequestro una fiala contenente residui di un farmaco anestetico, rinvenuta all’interno di un contenitore di rifiuti speciali sanitari del reparto e gli indumenti della vittima che presentavano delle tracce biologiche che hanno costituito preciso e puntuale riscontro ai fatti denunciati dalla donna.

E’ stato così ricostruito un quadro gravemente indiziario a carico dell’uomo che è stato raggiunto dal provvedimento cautelare in carcere con la pesante accusa di violenza sessuale aggravata e trasferito nel carcere di Gazzi.

A giocare un ruolo fondamentale la fiducia riposta dalla vittima nei confronti dell'autorità giudiziaria e delle forze dell'ordine.

"Le denunzie da parte delle vittime di violenza di genere - ricordano i carabinieri -  e nei confronti di minori sono di fondamentale importanza per gli organi deputati a perseguire tali tipologie di delitti poiché conducono ad un immediato intervento in loro tutela. L'immediatezza della risposta della Polizia Giudiziaria si ricollega anche ad una specifica preparazione professionale nell’affrontare tali reati, sollecitata e coordinata dalla Procura della Repubblica di Messina che ha stabilito precise modalitàoperative per giungere quanto più rapidamente possibile a tutelare tutte le vittime vulnerabili.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato l'infermiere che ha abusato sessualmente di una paziente del Policlinico

MessinaToday è in caricamento