menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Smart raggiunta dai proiettili

La Smart raggiunta dai proiettili

Mili San Marco, fermato l'autore degli spari alla Smart: è un 23enne

La polizia ha rintracciato il ragazzo dopo due giorni di indagini. Dai primi riscontri alla base del gesto ci sarebbero motivi passionali. Il ragazzo è stato trasferito nel carcere di Barcellona Pozzo di Gotto

E' stato Manlio Lo Piano, 23enne messinese,  a sparare, nel pomeriggio del 21 aprile, contro una Smart parcheggiata in una piazzola di Mili San Marco.

Dopo due giorni di indagini, la polizia ha chiuso il cerchio sul grave atto intimidatorio, fermando il responsabile che aveva fatto perdere le sue tracce subito dopo l'episodio.Il giovane ieri sera è stato rintracciato e adesso è in stato di fermo.

Fondamentali nelle indagini le riprese delle telecamere di videosorveglianza e la dichirazioni di alcuni testimoni. Le informazioni raccolte hanno permesso agli investigatori di indirizzare le attenzioni verso Lo Piano rintracciato ieri mattina dalla Squadra Mobile e condotto negli uffici per la redazione delle formali contestazioni, attesa la trascorsa flagranza del reato. Proprio in quei frangenti, tramite il suo avvocato, il 23enne ha fatto sapere di essere intenzionato ad offrire collaborazione agli inquirenti per fare piena luce su quanto accaduto. 

Secondo le prime indiscrezioni, alla base del gesto ci sarebbero motivi passionali. La vettura, raggiunta da cinque colpi di pistola, appartiene infatti a una ragazza che fino a poco tempo fa aveva una relazione con il 23enne.

Lo Piano è stato arrestato e trasferito nel carcere di Barcellona Pozzo di Gotto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Parità di genere, musica e confronto in diretta streaming

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento