Cronaca Sant'Agata di Militello

Usa Facebook nonostante i domiciliari e denigra procura e magistratura, nei guai 25enne

Il ragazzo ha continuato ad utilizzare i social nonostante i divieti. Nei suoi post attacchi all'autorità giudiziaria e alle forze dell'ordine. Per lui si sono aperte le porte del carcere

Ha continuato ad utilizzare Facebook e a chattare con gli amici nonostante fosse agli arresti domiciliari. Nei suoi post in particolare erano frequenti gli attacchi alla magistratura e alla procura, specialmente quella di Patti che lo aveva condannato lo scorso gennaio per il reato di produzione, traffico e detenzione di sostanze stupefacenti.

Il ragazzo, 25enne di Sant'Agata di Militello, resosi responsabile della condotta illegale, è dunque nuovamente finito nei guai. Per il giovane, infatti, si sono aperte le porte dela carcere di Barcellona Pozzo di Gotto. 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Usa Facebook nonostante i domiciliari e denigra procura e magistratura, nei guai 25enne

MessinaToday è in caricamento