Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca Camaro

Camaro Sottomontagna, il degrado della baraccopoli sul tavolo del prefetto

I consiglieri Libero Gioveni e Alessandro Cacciotto scrivono una lettera al commissario per il Risanamento. Nella zona permane il rischio igienico-sanitario mentre i rifiuti vengono dati alle fiamme

Le baracche di Camaro Sottomontagna, in parte sgomberate, continuano a tenere in ansia i residenti della zona. L'area è ancora fortemente degradata e nei manufatti già vuoti c'è chi continua a depositare rifiuti che spesso vengono dati alle fiamme. Un rischio per la sicurezza e a livello igienico-sanitario che ha spinto il consigliere comunale Libero Gioveni e quello della terza circoscrizione Alessandro Cacciotto a scrivere al prefetto Di Stani, nominato commissario per il Risanamento.

I due esponenti di Fratelli d'Italia hanno chiesto un incontro urgente. "Trattasi di una zona - precisano i due politici -  in cui insistono decine e decine di baracche alcune delle quali sono libere poiché
già assegnati gli alloggi mentre altre sono ancora abitate. I residenti che vivono ancora nelle baracche, si chiedono e ci chiedono quale sarà il loro prossimo futuro, vista la condizione di degrado in cui si trovano a tutt’oggi a vivere. Da considerare, che la situazione di degrado interessa anche i residenti della vicina baraccopoli. Per completezza espositiva, oltre alle precarie condizioni igienico – sanitarie, permane anche una situazione di pericolo per la pubblica incolumità, in quanto recentemente si sono registrati anche degli incendi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camaro Sottomontagna, il degrado della baraccopoli sul tavolo del prefetto

MessinaToday è in caricamento