Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca

Approvato il bilancio di previsione della Città Metropolitana, De Luca: “Rimesso in piedi un Ente fallito”

Il documento prevede investimenti per complessivi 65 milioni di euro. Dalla manutenzione straordinaria strade agli interventi di edilizia scolastica

Approvato il bilancio di previsione 2021/2023 e relativi allegati della Città Metropolitana di Messina. L’approvazione del bilancio di previsione che vale complessivamente € 226.766.532,63,  da parte del commissario straordinario Santi Trovato, è avvenuta alla presenza, del Capo di Gabinetto, Franco Roccaforte, della dirigente Anna Maria Tripodo e della segretaria generale dell’Ente, Maria Angela Caponetti collegata in videoconferenza.

La Città Metropolitana approva il proprio strumento contabile, pur in presenza delle enormi difficoltà legate alla epidemia da Covid-19, entro termine stabilito dalla legge del il 31 dicembre. Si tratta dell’ultimo atto di una intensa attività del commissario Trovato dal suo insediamento, in soli dieci mesi aveva già approvato il bilancio pluriennale 2020/2022 ed il consuntivo 2019, mettendo in sicurezza l’Ente dal punto di vista finanziario e consentendo l’utilizzo di importanti risorse.

“Abbiamo ritenuto” ha dichiarato il commissario Trovato, “di accogliere l’invito del sindaco Cateno De Luca, di approvare rapidamente la proposta  di bilancio presentato dall’Amministrazione attiva, corredata dal parere unanime del Collegio dei Revisori dei conti composto dal presidente Giuseppe Galati, da Salvatore Messineo e Rosario Vicari. Un ringraziamento particolare al segretario generale Maria Angela Caponetti e alla dottoressa Tripodo che hanno coordinato gli Uffici nella puntuale predisposizione degli atti e nel complesso lavoro di redazione dello strumento finanziario. Questo Ente può finalmente ricominciare a fare le cose per cui è stato creato: fornire servizi ai cittadini, progettare realizzare infrastrutture per il territorio, fare la manutenzione ed assicurare la sicurezza delle scuole superiori e strade provinciali”.

Soddisfazione per il risultato ottenuto da Palazzo dei Leoni e stata espressa dal sindaco Cateno De Luca. "A soli due anni dal mio insediamento, oggi 24 dicembre 2020, possiamo serenamente sostenere che abbiamo rimesso in piedi un Ente fallito. Il 2019 è stato un anno di grande impegno e sacrificio politico-amministrativo nel quale abbiamo rimesso in bonis l’apparato amministrativo dell’Ente e per la prima volta, dopo 3 anni, siamo riusciti a predisporre il Bilancio triennale 2020-2022 che ha visto la Città Metropolitana di Messina essere stata la quinta Città Metropolitana in Italia ad aver approvato il suo Bilancio di previsione”.

Il sindaco ha anche messo in evidenza che Messina è la seconda in Italia dopo la Città Metropolitana di Bologna, ad aver approvato il suo Bilancio di Previsione 2021-2023.

Un Bilancio che, al suo interno, come dettagliatamente rappresentato nel Documento Unico di Programmazione, prevede investimenti per complessivi 65 milioni di euro così ripartiti: manutenzione straordinaria strade euro 9.027.000,00; interventi di edilizia scolastica per euro 32.398.000,00; interventi destinati alla realizzazione di ciclovie per euro 741.000,00; interventi da destinare alle aree rete viaria secondaria Sicilia euro 14.470.000,00; interventi relativamente alle opere del Masterplan/Patto per il Sud euro 22.800.000,00; interventi relativi al Patto per lo Sviluppo da destinare al progetto 'aree strategiche' per euro 8.500.000,00.

“Ulteriore importante risultato raggiunto con l’approvazione del Bilancio 2021-2023 – scrive De Luca - è la copertura contabile dell’ultima rata del disavanzo di amministrazione registrato nell’anno 2018, che era in totale di euro 15.988.454,89, una copertura finanziaria che rimette definitivamente in bonis la gestione economica della Città Metropolitana. Desidero evidenziare che in questi giorni, parallelamente alla definizione ed all’approvazione del Bilancio, sono state poste in essere le azioni di stabilizzazione dei precari storici della Città Metropolitana, un'azione che, senza i documenti contabili in regola, non avrebbe potuto essere posta in essere".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Approvato il bilancio di previsione della Città Metropolitana, De Luca: “Rimesso in piedi un Ente fallito”

MessinaToday è in caricamento