rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

L'ex seminarista che ha denunciato la Curia e abusi sessuali: "Rinuncio alla causa perchè non mi interessano i soldi"

Il 37enne spiega perché ha posto ritirato la citazione in sede civile: “Sentivo il bisogno di mettere fine ad una disputa che sarebbe stata dolorosa per tutti"

E’ stata presentata ieri mattina la rinuncia alla causa civile intentata contro la Curia messinese dall’aspirante prete 37enne mandato via dal seminario San Pio X dopo oltre sette anni di cammino formativo.

Una vicenda che aveva fatto tremare la Diocesi di Messina per gli scenari che si prospettavano, legati a un carteggio che documentava molestie e abusi sessuali.

Nei giorni scorsi la decisione di rinunciare al milione e mezzo di euro di risarcimento chiesti al legale rappresentante della Curia, l’arcivescovo Giovanni Accolla.

"Quasi il 5 per cento dei preti è abusatore"

Adesso ognuno pagherà le proprie spese legali fin qui sostenute e santanotte.

L’ex seminarista aveva già ritirato a dicembre il mandato all’avvocato che aveva presentato la citazione in sede civile per rivolgersi al legale romano Laura Sgrò, patrocinante nella Città del Vaticano e alla Sacra Rota.

I contatti fra il nuovo legale e la Diocesi hanno determinato la svolta.

“Sentivo il bisogno di mettere fine ad una disputa che sarebbe stata dolorosa per tutti - spiega a mente più serena l’ex seminarista a MessinaToday - e soprattutto a me non interessavano, così come non interessano i soldi. Siccome quella causa era stata impostata come risarcimento del danno, non volevo assolutamente che questo diventasse lo scopo principale. Il mio obiettivo era invece sensibilizzare su quanto accaduto ed avere la possibilità di rientrare in seminario per completare il mio percorso, l’iter formativo per diventare prete. Un obiettivo, che alla luce di quanto accaduto dovrò rivalutare se mai ce ne saranno di nuovo le condizioni”.

L’aspirante prete aveva denunciato di essere stato buttato fuori dal seminario per aver rifiutato avance sessuali da parte di altri preti, documentati anche con chat e foto in un carteggio che ora resterà riservato. Storie torbide raccontate all’arcivescovo che si erano poi concluse con il suo allontanamento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ex seminarista che ha denunciato la Curia e abusi sessuali: "Rinuncio alla causa perchè non mi interessano i soldi"

MessinaToday è in caricamento