rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Cronaca

Nuovo stop al centro diurno per bimbi autistici, le associazioni chiedono aiuto al prefetto

La richiesta di incontro al nuovo sindaco non ha avuto riscontro e chiedono ora la convocazione urgente per mediare tra le parti

Ancora un stop alla nascita del centro diurno per bambini autistici annunciata il 7 giugno come imminente. La richiesta di incontro al nuovo sindaco non ha avuto riscontro e le associazioni si sono rivolte al prefetto per chiedere la convocazione urgente e mediare tra le parti.

Il commissario straordinario del Comune Leonardo Santoro, sollecitato dal presidente della VII commissione consiliare Servizi sociali Placido Bramanti aveva infatti convocato al Comune di Messina, Asp, Irccs Neurolesi e le associazioni con l’obiettivo di stipulare un accordo per la nascita dl primo centro diurno per bambini autistici (circa 1.500).

Per raggiungere questo risultato – segnalano le associazioni al prefetto – è però necessario il passaggio all’Asp dei locali del complesso Marino di Mortelle oggi affidato al Centro Neurolesi da parte del Comune di Messina.

Una ipotesi che il Comune però potrebbe non prendere in considerazione. Già all’indomani della notizia dell’incontro con Santoro non erano infatti mancate le polemiche sia da parte dell’assessore ai Servizi Sociali Alessandra Calafiore che dell’ex sindaco Cateno De Luca che avevano parlato di “strumentalizzazioni” dal momento che l’amministrazione comunale ha già creato tutti i presupposti per realizzare prima possibile i centri diurni destinati ai bambini autistici.

Secondo le associazioni invece si sta perdendo tempo utile mentre le famiglie si sentono abbandonate. “Gli unici centri si trovano a Nizza di Sicilia, Barcellona Pozzo di Gotto e Naso e assistono solo 20 utenti per ogni centro”, scrivono i presidenti delle associazioni che rappresentano le famiglie dei pazienti che chiedono ora al prefetto di convocare il neo sindaco Federico Basile.

Intanto giorno 1 luglio alle 10 è stata indetta una conferenza stampa delle associazioni a palazzo Zanca in cui spiegheranno le loro ragioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo stop al centro diurno per bimbi autistici, le associazioni chiedono aiuto al prefetto

MessinaToday è in caricamento