Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Ciclista ucciso a Sant'Agata di Militello, il conducente non guidava sotto gli effetti di droghe

Al giovane Samuele Narsete il gip ha contestato solo il reato di omicidio stradale. A perdere la vita il ciclista Giuseppe Mondello di 44 anni

Dovrà rispondere solo di omicidio stradale il 19enne Samuele Narsete che lo scorso 16 luglio ha investito e ucciso il ciclista Giuseppe Mondello sul lungomare di Sant'Agata di Militello. Il gip del tribunale di Patti Ugo Domenico Molina ha disposto gli arresti domiciliari del giovane per omicidio stradale, escludendo però l'aggravante della guida in alterazione psicofisica causata dalla droga. 

Le indagini, infatti, hanno dimostrato che Narsete, difeso dall'avvocato Santino Trovato, aveva precedentemente assunto sostanza stupefacente, ma no che abbia guidato in stato di alterazione causato da tale assunzione. "Sarebbero stati necessarie - si legge nell'ordinanza - ulteriori circostanze idonee a provare la situazione di alterazione psicofisica dell’indagato, che nel caso in esame non si rinvengono”. Il gip ha pertanto derubricato il reato formulato a carico di Narsete di omicidio stradale semplice, escludendo l’aggravante dello stato di alterazione psicofisica.

il 44enne Giuseppe Mondello si trovava alla guida della sua bicicletta stava percorrendo il lungomare di Sant'agata di Militello quando la Fiat Stilo condotta da Samuele Narsete gli è piombata addosso. Il ciclista è stato sbalzato per alcuni metri e le ferite riportate si sono rivelate fatali. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciclista ucciso a Sant'Agata di Militello, il conducente non guidava sotto gli effetti di droghe

MessinaToday è in caricamento