Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Consorzio autostrade, “premio” di 21 mila euro al direttore Minaldi: scatta la denuncia

I sindacati confederali hanno già chiesto copia dei contratti dei dirigenti mentre Sla-Cisal ha presentato un esposto alla procura e alla Corte dei Conti

Indennità di risultato al direttore generale del Cas Salvatore Minaldi. Il pagamento previsto dai vertici del Consorzio autostrade è per un importo pari ad oltre 21 mila euro relativi agli anni 2018, 2020 e 2021.

Si tratta di un “premio” che viene autorizzato a seguito della valutazione da parte di un apposito nucleo di valutazione che certifica gli ottimi risultati raggiunti.

Ma il pagamento, intercettato dai sindacalisti, è suonato come una beffa. Tanto che è stata già avanzata una richiesta di accesso agli atti sulla vicenda. I confederali hanno chiesto copia dei contratti dei dirigenti,  mentre Sla Cisal, il sindacato lavoratori autostradali ha annunciato un esposto alla Corte dei Corti, alla procura della Repubblica di Messina avanzando anche la richiesta per individuare eventuali responsabilità anche in merito all’uso dell’auto aziendale che secondo il sindacato è improprio rispetto ai regolamenti dell’ente.

Intanto la situazione al Cas è sempre più rovente. Domani comincia lo sciopero dei confederali, Ugl e Sla Cisal che si accavalla a quello già proclamato dal Cub. Sotto accusa la mancata applicazione del contratto nazionale di lavoro, nonostante la trasformazione della natura giuridica dell’ente da non economico ad economico già a febbraio.

I sindacati contestano anche le condizioni di sicurezza in cui versa l’autostrada A 20 e A18 da mesi ormai nell’occhio del ciclone e anche del ministero dei Trasporti che ha inviato i suoi ispettori per un monitoraggio che ha dato esiti preoccupanti. Condizioni che sono anche all'origine delle contestazioni sulle indennità di risultato al direttore generale.

In merito alle dichiarazioni dei sindacati il Direttore Generale di Autostrade Siciliane, Salvatore Minaldi, fa sapere che quella definita come una "beffa intercettata" non sarebbe altro che il regolare stipendio base percepito con in aggiunta i premi di produttività per gli obbiettivi raggiunti, come disciplinato dal contratto regionale applicato.

articolo modificato alle 17.14 del 30 settembre 2021// aggiunte dichiarazioni Minaldi 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consorzio autostrade, “premio” di 21 mila euro al direttore Minaldi: scatta la denuncia

MessinaToday è in caricamento