rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

Covid, in Sicilia 4.884 nuovi casi ma boom di guariti: a Messina due morti

E' quanto emerge dal bollettino diramato oggi dal ministero della Salute, che segnala un tasso di positività che passa dal 17,7% al 13,3%

In Sicilia nelle ultime 24 ore sono stati 4.884 i nuovi contagi su 36.532 tamponi, con un tasso di positività che passa dal 17,7% al 13,3%. E' quello che emerge dal bollettino appena diffuso dal ministero della Salute. Ecco la situazione Covid negli ospedali siciliani: in regime ordinario infatti si trovano 894 persone (-2 rispetto a ieri), ma risalgono le persone in terapia intensiva: 66 (+3) dove ci sono stati ben 9 nuovi ingressi (ieri solo 3). 

Da registrare però un boom di guariti: +12.609. In Sicilia al momento in 219.102 si trovano in isolamento domiciliare mentre il totale degli attualmente positivi è di 220.062. La Regione rende noto che ci sono altri 25 decessi, tutti relativi ai giorni scorsi. E la sempre dagli uffici della Regione fanno sapere che 1.341 casi Covid comunicati oggi sono relativi a giorni precedenti all'8 marzo.

Questa la suddivisione provincia per provincia coi casi totali e tra parentesi i nuovi contagi: Palermo: 197.233 (1.676); Catania: 189.643 (996); Messina: 108.441 (779); Siracusa: 78.760 (497); Ragusa: 61.426 (421); Trapani: 60.051 (595); Agrigento: 59.295 (710); Caltanissetta: 52.158 (318); Enna: 24.414 (233).

A Messina l'Ufficio per l'emergenza Covid ha comunicato due decessi nelle ultime 24 ore mentre il report dei ricoveri parla di 13 persone nelle terapie inbtensive degli ospedali di città e provincia. Il report dei posti letto occupati: al  Papardo 19 (di cui 4 in terapia intensiva, al Cutroni Zodda di Barcellona 7, al Policlinico 64 (9 in terapia intensiva), uno al Piemonte, 4 all'Irccs Neurolesi.

Covid, la situazione in Italia

Sono 48.483 i nuovi casi di positività al Covid individuati in Italia nelle ultime 24 ore (ieri erano stati poco più di 60 mila). I decessi sono invece 156 (ieri 184). I dati sono ufficializzati dal ministero della Salute nel consueto report quotidiano. Sono 59.258 le persone dichiarate guarite, numero che porta il totale da inizio pandemia a12.001.063. Gli attuali positivi sono in calo di 9.599 unità e il totale arriva a1.001.922.  I tamponi processati sono stati 433.961 con tasso di positività pari a 11,2%.

Prosegue il percorso verso la normalità. Da domani ricominciano le visite ai propri cari in ospedale. E' una mini-riapertura. Si potrà tornare a far visita nei reparti non Covid per almeno 45 minuti al giorno, purché in possesso di green pass rafforzato se accompagnato da certificazione che attesti l'esito negativo del test antigenico rapido o molecolare eseguito nelle 48 ore precedenti.

Normalità sì, ma anche attenzione a non sottovalutare il Covid. Come ricorda l'Oms, non c'è solo Omicron ma esistono anche altre varianti. Alcune stanno mettendo sotto pressione molti Paesi. Oggi la regione più in difficoltà sembra essere quella cinese di Hong Kong. In Italia dobbiamo dire che l'indice di contagio RT torna a salire e dopo un mese di valori bassi si avvicina a 1 mentre si assiste ai primi segnali di aumento dei contagi in alcune regioni. Fortunatamente però negli ospedali si registra un continuo calo della percentuale di ricoveri.

Coronavirus, il bollettino di oggi 9 marzo 2022

  • Nuovi casi: 48.483 (ieri 60.191);
  • Tamponi (antigenici e molecolari): (ieri 531.194);
  • Decessi:156 (ieri 184)
  • Ricoverati con sintomi: (ieri -213, totale 8.776);
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: (ieri -18, totale 592);
  • Ingressi del giorno in terapia intensiva: (ieri 50);
  • Attualmente positivi:-  9.599 totale 1.001.922 (ieri +3.161, totale 1.011.521);
  • Totale casi: 13.159.342 (ieri 13.109.527);
  • Totale deceduti:156.357 (ieri 156.201).

Il bollettino Dasoe, Messina col maggior numero di positivi

Diramato anche il bollettino settimanale del Dasoe che registra complessivamente una curva epidemica in discesa per la quinta settimana consecutiva. E prosegue il trend degli ultimi due mesi, con la flessione costante delle nuove ospedalizzazioni: circa tre quarti dei pazienti ricoverati risultano non vaccinati o con ciclo di vaccinazione incompleto. Nella settimana dal 28 febbraio al 6 marzo, l’incidenza di nuovi casi è stata pari a 31.257 (-4.86%), con un valore cumulativo di 646.65/100.000 abitanti. Messina, Agrigento e Ragusa sono le province che negli ultimi sette giorni hanno fatto registrare il maggior numero di positivi, mentre le fasce d’età più a rischio restano ancora quelle più giovani: tra gli 11 e i 13 anni, (1315/100.000 abitanti), tra i 6 e i 10 anni (1255/100.000) e tra i 14 ed i 18 anni (1300/100.000). 

L'88 per cento ha completato il ciclo vaccinale primario

Sul fronte della campagna vaccinale i dati in esame riguardano la settimana dal 2 all’8 marzo. Nella fascia d’età 5-11 anni, i vaccinati con almeno una dose si attestano al 28,15% del target regionale, mentre 71.546 bambini, pari al 22,72%, risultano con ciclo primario completato. Nel target over 12 anni, i vaccinati con almeno una dose sono l’89,74%. La percentuale di chi ha completato il ciclo primario è dell’88,13%. Resta ancora da vaccinare, quindi, il 10,26% del target.

Sono 873.405 i siciliani che, pur potendo sottoporsi a somministrazione, non hanno ancora ricevuto la dose "booster". Complessivamente, infatti, i vaccinati con dose aggiuntiva/booster sono 2.577.833, pari al 74,69% degli aventi diritto. Inoltre, è disponibile dal 28 febbraio presso i centri vaccinali di ogni provincia anche il vaccino Nuvaxovid (Novavax). A marzo è iniziata anche la somministrazione della dose di richiamo per gli over 12 con marcata compromissione della risposta immunitaria, che abbiano già completato il ciclo vaccinale primario con tre dosi da almeno 120 giorni. Dall'inizio del mese sono state eseguite 183 somministrazioni di quarta dose e 553 del vaccino Nuvaxovid (Novavax).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, in Sicilia 4.884 nuovi casi ma boom di guariti: a Messina due morti

MessinaToday è in caricamento