Cronaca

Covid, la Sicilia resta arancione con contagi che tornano sotto quota mille: due vittime a Messina

Sono 930 i casi individuati su più di 26 mila tamponi, il tasso di positività scende al 3,4%. Per il secondo giorno di fila negativo il saldo dei posti letto occupati in ospedale. Altri 24 decessi e 1.2150 guariti

Contagi sotto quota mille in Sicilia. Non succedeva da tempo. Sono 930 i nuovi casi Covid (ieri erano stati 1.412) individuati nelle ultime 24 ore su 26.886 tamponi processati tra molecolari e antigenici, col tasso di positività che scende al 3,4% (ieri del 4,1%). Ci sono 24 nuovi decessi e ben 1.250 guariti, con gli attuali positivi che - secondo il bollettino odierno - scendono a quota 25.284 (-344).

Situazione pressocchè stabile, ma in leggera flessione, rispetto a 24 ore fa negli ospedali, dove si trova il 5,5% di chi al momento ha il virus. I ricoveri ordinari sono 1.232 (-12), mentre le terapie intensive diventano 177 (-1) con 11 nuovi ingressi. 

In netto calo i contagi in provincia di Palermo (234), che oggi registra meno casi rispetto a Catania (264). Gli altri sono: Messina (59), Siracusa (121), Trapani (48), Ragusa (30), Caltanissetta (76), Agrigento (74), Enna (24).

Nella settimana dal 17 al 23 aprile - secondo quanto calcolato dall'ufficio Statistica del Comune - i nuovi positivi nella Città Metropolitana sono 2.644, e il rapporto nuovi positivi settimanali per 100 mila abitanti è pari a 217,74 (ieri, con riferimento alla settimana dal 16 al 22 aprile, i nuovi positivi erano 2.865 e il rapporto nuovi positivi settimanali per 100 mila abitanti 235,94).

Due i decessi registrati invece dall'ufficio per l'emergenza Covid a Messina. Si tratta di un messinese di 67 anni deceduto il 22 aprile al Policlinico e una donna di 93 morta oggi al Papardo.
 

bollettino coronavirus oggi 23 aprile 2021-4-2

C'è l'ordinanza, Sicilia in arancione (con macchie rosse) dal 26

L’Italia torna tingersi di giallo. Sono, infatti, in area arancione solo la Sicilia e altre 4 regioni: Basilicata, Calabria, Puglia e Valle d’Aosta (la Sardegna unica regione rossa). Tutte le altre sono in area gialla.Così prevedono le nuove ordinanze che il ministro della Salute, Roberto Speranza, firmerà in giornata sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia. Le nuove ordinanze andranno in vigore a partire dal 26 aprile.

Nell'Isola dunque resta in vigore il livello mediano di restrizioni. Ma come è noto in diverse parti della regione restano in vigore le zone rosse decretate dalle ordinanze del presidente della Regione. E tra queste c’è proprio Palermo e altri 22 comuni della provincia (tra cui Partinico e Bagheria), che resteranno in zona rossa almeno fino al 28 aprile.

Riaprono ville e giardini senza prenotazione 

Nonostante la proroga della zona rossa, il comune di Palermo ha disposto da domani (sabato 24 aprile) la riapertura delle ville comunali senza bisogno della prenotazione. "I giardinieri - assicurano da Palazzo delle Aquile - dove si verificassero eccessiva presenza o assembramenti, provvederanno alla chiusura temporanea dei cancelli fino al ripristino delle condizioni di sicurezza".

La situazione nel resto d'Italia

Il nuovo bollettino del Ministero della Salute di oggi venerdì 23 aprile 2021 registra 14.761 nuovi positivi al test del Coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore e 342 le vittime nelle ultime 24 ore. Scendono sotto i 3 mila (2.979) i ricoverati con coronavirus in terapia intensiva. Sono 153 i pazienti entrati nelle ultime 24 ore mentre, considerando le persone dimesse, i ricoverati sono 42 in meno rispetto a ieri. I ricoverati con sintomi sono 645 in meno in 24 ore, così il totale dei pazienti nei reparti covid scende a 21.440. Dati in miglioramento ma che - spiegano dal ministero della Salute Rezza e Brusaferro - impongono prudenza perché "il quadro rimane molto impegnativo e i decessi alti".

Qui potete scaricare il modulo di autocertificazione per gli spostamenti 

Coronavirus, il bollettino di oggi venerdì 23 aprile 2021

Nuovi casi: 21.440 (ieri 16.232)

Casi testati: 98920 (ieri 102.679)

Tamponi (diagnostici e di controllo): 315.700 (ieri 364.204)

molecolari: 175152 di cui 13862 positivi pari al 7.91% (ieri 188.460 di cui 15.379 positivi)

rapidi: 140548 di cui 896 positivi (176.344 di cui 667 positivi)

Attualmente positivi: 465.543 (ieri 472.196)

Ricoverati: 21.440 (ieri 22.094)

Ricoverati in Terapia Intensiva: 2.979, 153 nuovi (ieri 3.021, -55 nuovi ingressi)

Deceduti dopo un tampone postivo: 118.699

Totale casi positivi dall'inizio della pandemia: 3.935.703 (ieri 3.920.945)

Totale Dimessi/Guariti: 3.351.461 (ieri 3.330.392)

Vaccinati: 4.911.141 persone (16.684.215 dosi somministrate) ovvero l'83.9% delle 13.422.240 dosi consegnate da Pfizer, delle 1.727.200 consegnate da Moderna e dei 4.550.800 vaccini AstraZeneca e 178.200 le monodosi Janssen prodotti da Johnson & Johnson. Sul sito del Governo il report aggiornato dei vaccini. Ieri somministrate 367.395 (di cui 123mila seconde dosi) rispetto alle 500mila auspicate dal piano vaccinale.  

Chi ha avuto il vaccino. La campagna vaccinale ha coinvolto ad oggi 23 aprile 2021: 5.543.869 over 80; 2.129.136 settantenni; 510.724 sessantenni. Quanto alla messa in sicurezza delle strutture socio assistenziali risultano vaccinati 633.629 ospiti delle Rsa, 2.067.757 soggetti fragili e caregiver, 3.159.858 operatori sanitari e 868.835 lavoratori del comparto sanità. Risultano inoltre vaccinati 1.144.299 professori o personale scolastico e 309.392 agenti delle forze dell'ordine. 316.716 dosi sono invece finite a persone non ricomprese nelle categorie per le quali è già stata aperta la campagna vaccinale. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, la Sicilia resta arancione con contagi che tornano sotto quota mille: due vittime a Messina

MessinaToday è in caricamento