Cronaca

Coronavirus, disposto in monitoraggio in 70 case di riposo: sgomberata la “San Martino”

Ultimata l'analisi dei tamponi nella struttura dove sono risultati positivi sei ospiti e una delle 9 unità di personale. Lo screening sui dipendenti verrà completato nelle prossime ore

Un monitoraggio in tutte le case di riposo censite a Messina e provincia più una serie di interventi specifici nella struttura “San Martino” di Messina sono sono risultati positivi sei ospiti e un dipendente.

Sono le iniziative, su input dell'assessorato regionale alla Sanità, del Covid Team istituito all'Azienda ospedaliera universitaria Policlinico dopo gli ultimi casi nelle residenze per anziani che sono entrate nell'occhio del ciclone dopo le vicende che hanno riguardato “Come d'incanto” e che continuano a preoccupare.

Presso la casa di riposo "San Martino", è stata ultimata l'analisi dei tamponi, sono risultati positivi al coronavirus 6 ospiti, che sono stati ricoverati presso i Covid Hospital di Messina. Positivo anche una delle 9 unità di personale. Lo screening sui dipendenti verrà completato nelle prossime ore.
La struttura è stata sgomberata. I 6 ospiti risultati negativi sono stati sistemati presso un'altra residenza cittadina, dove viene garantita loro la necessaria assistenza. Si procederà ora alla sanificazione della casa di riposo "San Martino".

Il coordinatore per l'emergenza Covid-19 nell'area metropolitana, Giuseppe Laganga, ha inoltre disposto un monitoraggio sulle circa 70 case di riposo censite a Messina e provincia, sulle condizioni di salute degli ospiti e del personale (effettuando i tamponi rino-faringei) e la verifica del rispetto delle disposizioni ministeriali relative all'epidemia. È stato altresì inviato alle strutture un vademecum sulle misure di prevenzione da adottare.

Ieri il Covid Team del Policlinico ha ultimato le attività avviate a San Marco d'Alunzio nei giorni scorsi, dove si sono registrati casi di infezione da coronavirus nella casa di riposo "Residenza Aluntina" e nella Rsa "Villa Pacis". A sovrintendere alle operazioni il dottore Consolato Malara, responsabile del Policlinico per le maxiemergenze. Complessivamente sono stati trasportati in ospedale 17 anziani: 11 ospiti della RSA e 6 della casa di riposo. Al termini dell'attività, sono stati poi 19 gli ospiti di "Villa Pacis", i cui tamponi sono risultati negativi, condotti con mezzi appositi in un'altra struttura della provincia. Gli altri sono stati affidati alle rispettive famiglie che, via via, hanno dato disponibilità. Sei i dipendenti della casa di riposo e della RSA in isolamento domiciliare, perché positivi.

Si è trattato di un intervento a largo raggio, visto che complessivamente sono stati effettuati oltre 220 tamponi rino-faringei, che hanno riguardato oltre agli ospiti delle strutture e al personale, anche diversi parenti. Quattro tamponi andranno ripetuti e, pertanto, gli anziani interessati sono rimasti in isolamento a "Villa Pacis", dove è prevista un'apposita assistenza, in attesa che arrivino i nuovi risultati. La struttura, così come la casa di riposo, potrà comunque essere sanificata, per potere poi procedere al ritorno di pazienti e dipendenti non contagiati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, disposto in monitoraggio in 70 case di riposo: sgomberata la “San Martino”

MessinaToday è in caricamento