rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

In autunno 20 milioni di contagi, servirà quarta dose

Pregliasco: la nuova ondata Covid in autunno contagerà un italiano su tre. Cosa succederà con vaccini e mascherine

Iniziano i preparativi per la prossima ondata Covid, quella prevista in autunno che colpirà in Italia 20 milioni di persone. Anche gli Stati Uniti si stanno preparando all'arrivo delle sottovarianti Omicron 4 e 5, con l'assunzione di nuovi medici: previsti 100 milioni di contagi. Cosa succederà il prossimo autunno con vaccini e mascherine? Chi dovrà fare la quarta dose?

Coronavirus, tramonta l'ipotesi immunità di gregge: ecco perché non ci sarà mai

Covid: in autunno sarà contagiato un italiano su tre 

La pandemia sembra essere sotto controllo. Il via libera alle restrizioni anti Covid, con l'eliminazione dell'obbligo delle mascherine anche all'aperto a partire dal 1° maggio (ad eccezione di pochissimi casi), ha riportato il buon umore tra gli italiani. Molti gli inviti alla cautela e al buon senso visto che il virus continua a circolare. A preoccupare però è l'autunno: le stime parlano di circa 20 milioni di contagi, praticamente un italiano su tre. "In autunno ci sarà un'ondata di 20 milioni di contagi, un terzo degli italiani, lo dico perché sarà utile saperlo prima per esser preparati", ha dichiarato Fabrizio Pregliasco, Direttore Sanitario dell'Ircss Istituto Ortopedico Galeazzi Milano. Cosa succederà? Torneranno le restrizioni e le mascherine? Chi dovrà vaccinarsi?

Pregliasco: in autunno la vaccinazione sarà raccomandata

Parlando del prossimo autunno Fabrizio Pregliasco ha anticipato che con l'arrivo di una nuova ondata potrebbero venire reintrodotte alcune restrizioni, come l'uso della mascherina. "Magari bisognerà fare qualche restrizione, è possibile che si debba reintrodurre l'obbligo di mascherina in qualche caso", ha detto Pregliasco. Per quanto riguarda i vaccini ,invece, dopo l'estate "sarà una vaccinazione raccomandata, nelle stesse modalità del vaccino antinfluenzale". E per i fragili? Le persone più a rischio, che hanno già fatto la quarta dose in primavera, faranno "un richiamo perché dopo quattro mesi stiamo vedendo che si verifica un calo della protezione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In autunno 20 milioni di contagi, servirà quarta dose

MessinaToday è in caricamento