rotate-mobile
Cronaca

"Non fate la differenziata, sotterrate la spazzatura o bruciatela": denunciato utente facebook

Un autore della pagina "Io lo segnalo al sindaco De Luca - Lui risolverà" invitava gli altri cittadini a non rispettare la normativa sul conferimento dei rifiuti. Il report della squadra del comandante Giardina. Verbali per moto da Enduro che circolavano senza targa

Istigazione a delinquere attraverso strumenti informatici o telematici. Con questa accusa è stato denunciato l'autore di dichiarazioni rilasciate sulla pagina facebook "Io lo segnalo al Sindaco De Luca -Lui risolverà", ai sensi dell'articolo 414 del Codice Penale. A comunicarlo è la polizia Municipale nel report degli interventi eseguiti durante la giornata di sabato 20 novembre.

L'utente è accusato di aver istagato gli altri partecipanti del gruppo a non rispettare il conferimento dei rifiuti ma a sotterrare la spazzatura sotto terra, a bruciarla o addirittura a gettarla in un pozzo in disuso spiegando la collocazione precisa dell'area. L'operazione congiunta è stata svolta dalla Squadra Reati Ambientali e dalla Squadra Illeciti Ambientali e Rifiuti diretta dal Comandante Vicario Giardina Giovanni. 

Smaltimento illecito di rifiuti 

Nell'ambito delle operazioni legate allo smaltimento illecito di rifiuti sono state sequestrate nel Torrente Papardo anche due aree destinate a discarica abusiva di rifiuti speciali per un complessivo di circa 400 mq oltre un veicolo agricolo utilizzato per il trasporto dei rifiuti. Una delle aree ricade nell'alveo torrentizio e per la quale il responsabile è stato deferito all'autorità giudiziaria anche per l'ostacolo al deflusso delle acque. 

Denunciato all'autorità giudiziaria anche il proprietario di un caseggiato a Rodia per smaltimento illecito di rifiuti mediante Combustione. Lo stesso non risultava iscritto per il suddetto fabbricato ai Tributi per la Tari e privo di mastelli per la differenziata. 

Scorazzamento di moto Enduro senza targa 

Lungo la s.s.113 a Ortoliuzzo è stato segnalato dai cittadini  lo scorazzare di moto Enduro prive di targa di immatricolazione. La Municipale ha fermato numerose moto da competizione prive di targa. Sono state elevate 11 multe per un importo totale di 2467 euro.  Nello specifico sono state verbalizzate cinque moto ai sensi dell'articolo 100 del C.d.S  prive di targa di immatricolazione importo sanzione di 87 euro ciascuno e sanzione accessoria applicata del Fermo del Veicolo per Mesi 3, importo totale 435 euro.

Altre tre moto sono state verbalizzate ai sensi dell'articolo 102 /comma 3 e 6 del C.d.S per aver circolato con targa autocostruita  per un importo di Euro 87,00 ciascuno, per un totale 261 euro. Verbalizzate ancora due moto ai sensi dell'articolo n. 193 del C.d.S  prive di copertura assicurativa valida per il periodo in corso, per un importo di 866 euro ciascuno, e un totale di 1732 euro.  Sanzione accessoria applicata del Sequestro Amministrativo del  veicolo. Infine una multa è stata elevata perché la moto era priva di documenti di circolazione per un importo sanzione di 42 euro. 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non fate la differenziata, sotterrate la spazzatura o bruciatela": denunciato utente facebook

MessinaToday è in caricamento