Cronaca

Differenziata nel centro storico e disagi delle attività commerciali: incrementati i giorni di conferimento

La decisione per andare incontro alle esigenze soprattutto dei locali della movida "impreparati a gestire il porta a porta e sottovalutando gli adempimenti che avrebbero dovuto già eseguire", spiega il sindaco. Saranno intensificati i controlli e installate anche nuove foto trappole

Arrivano i primi correttivi all'ordinanza con cui è stata predisposta la raccolta differenziata nel centro storico. Dopo i disagi che si sono verificati durante le fasi di avvio del porta a porta l'amministrazione comunale ha chiesto alla Messina Servizi di incrementare la raccolta di indifferenziato, plastica e vetro. La decisione è arrivata al termine di un tavolo tecnico fra il sindaco Cateno De Luca, l'assessore alle politiche ambientali Dafne Musolino, l'assessore all'arredo urbano Massimiliano Minutoli, che hanno incontrato il presidente della Messina Servizi Pippo Lombardo e i dirigenti degli enti coinvolti. 

Fra le maggiori criticità l'esposizione dei carrellati sul suolo pubblico e il conferimento erraato dei rifiuti da parte dei titolari delle attività. Una questione su cui si è consumato anche lo scontro social fra Dafne Musolino e Salvatore Sorbello. "Per consentire ai titolari delle attività di adeguare i locali alle disposizioni del regolamento comunale e del settore sanitario, che prevedono rispettivamente che i carrellati devono essere esposti solo per il tempo occorrente al ritiro dei rifiuti e che, d’altro canto, è fatto divieto di tenere i rifiuti negli stessi locali in cui si cucinano gli alimenti, il Comune di Messina ha chiesto alla Messina servizi di aumentare i giorni di ritiro delle frazioni dell’indifferenziato, della plastica e del vetro", ha scritto De Luca in un post. 

L'umido sarà ancora raccolto tutti i giorni e la carta 6 giorni la settimana. Plastica e vetro verranno ritirati a giorni alterni, mentre l'indifferenziato due volte a settimana. "L’aumento dei giorni di raccolta delle frazioni indifferenziato vetro e plastica è stato richiesto alla Messina servizi dal Socio Unico anche in considerazione della prolungata sospensione delle attività dovuta all’emergenza Covid, a causa della quale i titolari delle attività sono arrivati impreparati a gestire la raccolta differenziata sottovalutando gli adempimenti che avrebbero dovuto già eseguire, primo fra tutti individuare gli spazi dove tenere i carrellati prima dell’esposizione per il ritiro dei rifiuti", prosegue la nota. 

"Contestualmente all’aumento della frequenza del servizio di ritiro delle frazioni di rifiuti, la Polizia Municipale intensificherà i controlli per il contrasto all’abbandono dei rifiuti anche mediante l’installazione di nuove foto trappole", conclude. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Differenziata nel centro storico e disagi delle attività commerciali: incrementati i giorni di conferimento

MessinaToday è in caricamento