Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Milazzo

Discarica interrata a Milazzo, Sos degli ambientalisti: “Tempi certi per la bonifica”

L'Adasc sollecita la tutela ambientale dopo i rifiuti tirati fuori dalle mareggiate. “Questo territorio ha già pagato un enorme prezzo”. La senatrice Floridia: “Una vergogna perpetrata per anni in cui, evidentemente, alcun controllo è stato svolto dalle amministrazioni in carica”. Legambiente pensa alla costituzione di parte civile

Chiedono tempi celeri per la bonifica, chiedono l'impegno da parte di tutti gli enti coinvolti a definire una tabella di marcia con impegni preciso e tempistiche che possano evitare un ulteriore danno ambientale.

E' l'appello dell'associazione Adasc dopo la scoperta a Milazzo di una mega discarica interrata, venuta alla luce dopo le recenti mareggiate. Secondo i primi sopralluoghi della Capitaneria di Porto inviata dal ministero all'Ambente si tratterrebbe di un interramento vecchio risalente agli anni Sessanta.

“Una ennesima emergenza ambientale a Milazzo - spiega il presidente dell'Adasc, Peppe Maimone -  Purtroppo la splendida città ritorna alla ribalta nazionale per un ulteriore danno ambientale dovuto a scelte scellerate e criminali del passato. Presumibilmente negli anni 60, parte del terrapieno del litorale di ponente è stato usato come discarica di rifiuti.  Non bastava la violenza effettuata sul litorale di levante con la realizzazione di un polo industriale, la devastante mano dell'uomo ha deciso di sotterrare tonnellate di rifiuti per diversi ettari di terreno.  Le straordinarie mareggiate hanno riportato alla luce lo scempio che ha indubbiamente un pesante impatto ambientale sull'ecosistema Marino.  A poche miglia di distanza è presente la straordinaria area marina protetta Capo Milazzo che merita un'attenta opera di tutela e valorizzazione.  Il nostro litorale inoltre è volano turistico ed economico. Apprendiamo con piacere l' autorevole intervento del Ministro dell'ambiente Sergio Costa - continua Maimone - Quella zona deve essere urgentemente messa in sicurezza per evitare che i rifiuti finiscano a mare e soprattutto bonificata. Auspichiamo che anche la Regione Siciliana, proprietaria dell'area in questione, attivi con solerzia tutte le procedure previste dalla legge a tutela dell'ambiente. Questo territorio ha già pagato un enorme peso ambientale e dobbiamo obbligatoriamente invertire la rotta”.

Sulla necessità di agisre tempestivamente sulla discarica scoperta a Milazzo anche la senatrice Barbara Floridia, che nella mattinata del 3 dicembre si è recata sul litorale interessato dall’emersione di un’enorme quantità di rifiuti che giacevano sotterrati da decenni nelle spiagge milazzesi: “Quanto rinvenuto presso la riviera di ponente del litorale di Milazzo a seguito delle mareggiate dei giorni scorsi ha dell’incredibile. Una vera e propria discarica abusiva, prontamente sequestrata dalla Capitaneria di Porto-Guardia Costiera su disposizione della procura. Abbiamo informato il ministro Costa di quanto accaduto che ha immediatamente mandato dal ministero il Contrammiraglio Aurelio Caligiore, capo del reparto ambientale marino del Corpo delle Capitanerie di Porto. Insieme abbiamo effettuato un sopralluogo per comprendere a pieno la gravità della situazione, che si è rivelata drammatica e riteniamo sia da coinvolgere anche la protezione civile.  Oggi mi sono trovata dinanzi ad una vergogna perpetrata per anni in cui, evidentemente, alcun controllo è stato svolto dalle amministrazioni in carica”.

"È intollerabile quanto accaduto sulla spiaggia di Milazzo - dice il presidente di Legambiente Sicilia Gianfranco Zanna.  - ed è inverosimile che questo scempio ai danni della spiaggia sia passato inosservato. La discarica abusiva, così come denunciato dal ministro Costa, è infatti di proporzioni molto vaste, intorno a 20 ettari. Non solo è colpevole chi sporca ed inquina, ma anche chi vede e tace ed è quindi complice. Chiederemo di poterci costituire parte civile nell'eventuale processo". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discarica interrata a Milazzo, Sos degli ambientalisti: “Tempi certi per la bonifica”

MessinaToday è in caricamento