Sabato, 13 Luglio 2024
Cronaca

Green pass e dipendenti pubblici, senza stipendio quattro impiegati di Palazzo Zanca

Decurtate le somme dopo l'assenza ingiustificata ad ottobre per una decina di giorni. La linea dura imposta dalla normativa nazionale

Assenti ingiustificati. E’ quanto contestato a quattro dipendenti di Palazzo Zanca dopo i controlli di ottobre legati alle verifiche sui green pass.

Si tratta di quattro lavoratori assenti per una decina di giorni che al loro rientro non hanno voluto esibire il certificato verde. Secondo la normativa vigente ai quattro lavoratori non sono dovuti dunque né la retribuzione né altro compenso o emolumento, incluse tutte le componenti della retribuzione, anche di natura previdenziale, previste per la giornata lavorativa non prestata. I giorni di assenza ingiustificata non concorrono alla maturazione di ferie e comportano la corrispondente perdita di anzianità di servizio. Gli uffici preposti al controllo hanno già disposto la decurtazione.

Il provvedimento, dopo la linea dura per i dipendenti pubblici disposta un mese fa e che prevede il Green Pass obbligatorio sul lavoro. Chi è sorpreso senza dovrà essere allontanato dalla sede di servizio e sarà considerato assente ingiustificato fino all’esibizione del certificato verde, includendo nel periodo di assenza anche le eventuali giornate festive o non lavorative. La stessa sanzione si applica anche in caso di rifiuto di esibizione della certificazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green pass e dipendenti pubblici, senza stipendio quattro impiegati di Palazzo Zanca
MessinaToday è in caricamento