rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca Milazzo

Uccello intrappolato nella rete di protezione ma il compagno non l'abbandona: la foto che commuove al Castello di Milazzo

Lo scatto di cittadini volontari di Legambiente che ha chiesto al sindaco e alla Forestale interventi per liberare e salvaguardare l'avifauna. "Quell'area è luogo di nidificazione"

Un uccello dentro la rete, fuori il compagno o la compagna rimasta fuori mentre all'interno, tra le pareti rocciose, negli anfratti, ci sono i nidi con le uova perché questo è il periodo naturale della nidificazione e quella è un'area naturale che da sempre è la loro casa e per questo tutelata dalla lnormativa europea sugli habitat naturali.

Le immagini arrivano da Milazzo e sono quelle scattate da cittadini volontari di Legambiente commossi di fronte agli uccelli intrappolati nella rete di protezione per il consolidamento del Costone Roccioso del Castello di Milazzo. Ha colpito in particolare la presenza di un uccello selvatico che non abbandona "il suo amore" rimasto prigioniero.

A dare l’allarme con la richiesta urgente d’un intervento a salvaguardia dei volatili il presidente di legambiente del Tirreno Giuseppe Ruggeri.

L’associazione ambientalista, che ha già chiesto aiuto ai vigili del fuoco, ha scritto al sindaco di Milazzo, Pippo Midili e alla Forestale facendo presente che, al Castello di Milazzo, in corso lavori per la messa in sicurezza del costone roccioso con l’apposizione di reti metalliche a protezione stanno facendo strage di volatili.

“Soro giunte segnalazioni - si legge in una nota - che all’interno della rete vi sono dei volatili imprigionati ormai da giorni, probabilmente anche esemplari di specie protette dalle normative europee riguardanti la conservazione degli habitat naturali e semi naturali, la fauna selvatica e la conservazione degli uccelli selvatici. Considerato che la vita di questi esemplari è a rischio se non si interviene con rapidità per la loro liberazione, non solo perché protette ma anche per evitare il maltrattamento di animali che, senza intervento, rischiano di morire. Nell’occasione si chiede che il prosieguo dei lavori sia effettuato con la massima attenzione per gli animali e per le specie vegetali, tutti rientranti in un determinato ecosistema”.

Ruggeri chiede al sindaco di intervenire presso la ditta che sta eseguendo i lavori e valutare con urgenza gli interventi per la liberazione degli animali intrappolati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccello intrappolato nella rete di protezione ma il compagno non l'abbandona: la foto che commuove al Castello di Milazzo

MessinaToday è in caricamento