Lipari, l'ambulanza non arriva in tempo per ex dipendente Pumex che muore in casa: la replica del 118

L'uomo soffriva di problemi respiratori, secondo i familiari se i soccorsi fossero giunti prima Giuseppe Pace si sarebbe potuto salvare. Dino Alagna della Centrale operativa ritiene che l'intervento ha seguito le procedure

(Foto di repertorio)

Stavolta sotto accusa è, a quanto pare, l'arrivo dell'unica ambulanza in servizio. Un'altra morte a Lipari che secondo i familiari poteva essere salvata. Giuseppe Pace, ex dipendente della Pumex, è deceduto nella sua abitazione a Canneto per problemi respiratori. Ieri pomeriggio il decesso, era stato richiesto l'intervento dell'ambulanza (in quei momenti impegnata a Monte Gallina per un soccorso) e una volta arrivata l'uomo era morto. Il medico di famiglia ha tentato il possibile. Secondo quanto si legge da agenzie i parenti di Pace hanno avanzato il dubbio che se il mezzo fosse giunto in tempo l'uomo avrebbe avuto la possibilità di salvarsi. "Non sappiamo se mio cognato sofferente di patologie serie, si poteva salvare, se in tempo fosse arrivata l'ambulanza - sostiene il cognato Angelo Merlino - ma chiedo: è normale che un ospedale, alla luce anche della recente tragedia della giovane Lorenza Famularo, continui ad avere in servizio una sola ambulanza?".

Sul caso il direttore della Centrale 118 del Bacino di Messina, Dino Alagna, precisa “che le procedura adottata rientra nei tempi e nei modi previsti. In particolare, dopo la chiamata di soccorso da parte dei familiari del paziente, affetto da una patologia terminale, la Centrale 118 ha inviato da subito sul posto il personale della Guardia medica locale che ha assistito con manovre rianimatorie il paziente. L’ambulanza è intervenuta in casa dell’uomo sette minuti dopo la partenza dall’ospedale di Lipari, dove era stata accompagnata un’altra paziente assistita in codice rosso. Tale prassi rientra nelle abituali linee guida di soccorso vigenti in tutta la nazione. Al momento dell’arrivo del mezzo del 118, l’uomo è stato trasportato presso il pronto soccorso dell’ospedale dove è deceduto successivamente". Lipari è ancora sotto choc per la morte ad agosto della giovane Lorenza Famularo. C'è un'inchiesta della procura di Barcellona Pozzo di Gotto sul presunto caso di malasanità. I cittadini di Lipari si erano scatenati con proteste, bloccati pure i collegamenti marittimi, per sollecitare la Regione a potenziare il nosocomio. L'assessore regionale alla Salute Ruggero Razza aveva assunto impegni ben precisi per Lipari. 

La morte di Lorenza Famularo, le promesse dell'assessore Razza per Lipari 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Getta i rifiuti fuori orario e prende a pugni un vigile urbano: denunciato comandante degli aliscafi

  • L'ospedale Papardo cerca infermieri e operatori sociosanitari, selezioni in corso

  • Positivo al coronavirus ma va in palestra, indagini in corso della polizia municipale

  • Covid, scatta il coprifuoco anche a Messina: l'ordinanza del sindaco in dettaglio

  • Grave incidente in autostrada vicino lo svincolo di Messina centro, due feriti al Policlinico

  • Operazione antidroga nelle acque dello Stretto, fermati due uomini pronti a trasportare 7 chili di marijuana in Sicilia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento