rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Cronaca Lipari

Amministrative, la sezione 2 della discordia e l'ombra del ritorno alle urne

A Lipari, l'avvocato Gaetano Orto, ex vice sindaco e candidato alla poltrona di primo cittadino, ha contestato l'esito delle elezioni per una serie di presunte irregolarità che sarebbero state riscontrate durante lo spoglio. Più di 200 le schede contestate

A Lipari, comune dell’arcipelago eoliano che comprende ben 6 isole, Vulcano, Stromboli, Panarea, Alicudi, Filicudi e appunto Lipari, l’esito delle amministrative dello scorso giugno sarebbe in dubbio. E all’orizzonte ci potrebbe essere un ritorno alle urne. Almeno in una sezione.

L’avvocato Gaetano Orto, ex vice sindaco e candidato alla poltrona di primo cittadino alle ultime elezioni, infatti, ha presentato un ricorso, rigettato dal Tar di Catania lo scorso 4 ottobre.

Orto chiedeva un riconteggio dei voti in 5 sezioni e ha evidenziato un presunto errore a Filicudi: “Abbiamo chiesto un riconteggio in 5 sezioni – afferma Orto – e abbiamo evidenziato un errore a Filicudi, ammesso anche dal presidente di seggio. Il ricorso è stato rigettato, ma riteniamo le motivazioni non soddisfacenti e stiamo valutando un ricorso al Cga”.

E c’è anche un altro ricorso, quello presentato da Ersilia Pajno e Giovanni Di Vincenzo, vicini da sempre alla lista dell’avvocato Orto, relativamente alle schede del seggio numero 2. Il ricorso sarà valutato a gennaio: “Nella sezione 2 – dice Orto a MessinaToday – il presidente di seggio avrebbe aperto il plico, dicendo che mancavano alcune schede, ma senza dire quante schede c’erano. Il presidente di seggio, a quel punto, avrebbe dovuto chiamare la prefettura e farsi inviare altre schede. Noi desumiamo dal verbale che manchino 221 schede nella sezione 2, con 599 schede regolarmente conteggiate”.

Il ricorso sarà valutato a gennaio, ma secondo l’attuale sindaco di Lipari, Riccardo Gullo, che si dice tranquillo e per nulla preoccupato, anche un eventuale ritorno alle urne nella sezione 2 dovrebbe essere ininfluente sull’esito delle scorse elezioni. Proprio nella sezione 2, Gullo ha vinto di 27 voti, ma mancherebbero all’appello ben 221 schede.

Gaetano Orto era stato battuto per 11 voti dal “rivale” Gullo, che si insediò, a giugno, nel palazzo comunale di Piazza Mazzini. Il team dell’avvocato Orto ha contestato l’esito delle elezioni per una serie di presunte irregolarità, che sarebbero state riscontrate durante lo spoglio delle schede.

Orto si è affidato agli avvocati Antonietta Sartorio e Stefano Polizzotto di Palermo. Gullo a Claudio Rugolo e Marcello Scurria.

Il 12 giugno scorso, nel comune di Lipari, che abbraccia, come già detto, 6 delle 7 Isole Eolie, l’affluenza alle urne fu del 55,03%. Votarono 7.115 persone, su 12.929 aventi diritto. Tra i votanti, 2.117 hanno scelto Gullo, che in passato aveva amministrato anche i comuni di Santa Marina e Leni. 2.106 persone hanno votato per Orto, vice sindaco della giunta comunale guidata da Marco Giorgianni, che finì all’opposizione assieme ai suoi consiglieri più votati. Terzo classificato Emanuele Carnevale, che raccolse 1.804 preferenze. Poi Annarita Gugliotta, con 956 voti. Le percentuali: 30,32% Gullo, 30,16% Orto, 25,83% Carnevale, 13,69% Gugliotta. La lista di Gullo si classificò terza, con 1.858 voti. La più votata fu quella di Orto, con 2.146 suffragi. Seconda la lista di Carnevale con 1.972 voti. Poi la lista di Gugliotta, con 787 voti.

“In me è scattato un obbligo morale – conclude Orto – nei confronti di quelle 2.146 persone che hanno votato la mia lista. Per questo ho deciso di presentare ricorso, anche per una questione di rispetto nei confronti dei miei candidati. E perché non voglio che ci siano dubbi. E se ci sono stati errori, devono essere rilevati da chi di competenza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amministrative, la sezione 2 della discordia e l'ombra del ritorno alle urne

MessinaToday è in caricamento