rotate-mobile
Cronaca

Notte di temporale e vento ma Messina meno colpita: situazione in evoluzione

La perturbazione di tipo ciclonico, finora, ha colpito più il Siracusano, le prime piogge in città stamani. Nella Sicilia orientale 150 sindaci sono stati preparati all'emergenza e hanno istituito i Centri operativo comunali per monitorare le criticità

Notte di pioggia quella trascorsa nella Sicilia Orientale con forti venti sostenuti per effetto del "Medicane" denominato Apollo. La perturbazione ha colpito più il Siracusano e, come specificato da 3bmeteo, già oltre 110mm di poggia caduti sul Ragusano con violente raffiche di vento. Catania è stata però al momento meno colpita così come Messina, raggiunta dalle prime piogge in mattinata. La situazione è definita "in evoluzione",  ma al momento non si segnala alcuna criticità. 

Nella Sicilia orientale 150 sindaci sono stati preparati all'emergenza e hanno istituito i Centri operativo comunali (Coc) per monitorare l'evoluzione della perturbazione e individuare nell'immediato gli interventi da predisporre per mitigare i danni. Inoltre sono operativi cinque Centri di coordinamento soccorsi (Ccs) in ciascuna delle prefetture di Catania, Messina, Siracusa, Ragusa ed Enna.

ll centro operativo per il coordinamento di tutte le funzioni di supporto di protezione civile è stato istituito nella sede regionale della Protezione Civile Siciliana di San Giovanni La Punta, su disposizione del direttore generale Salvo Cocina che stamattina, alle 9.30, farà un nuovo punto sulla situazione meteo.

"Le strutture di Protezione Civile - ricorda il Capo della Protezione civile siciliana - sono tutte allertate e ci sono cinque Ccs presso le prefetture in cui confluiscono tutte le forze dell'ordine, i corpi dello Stato, della Regione, la Protezione Civile regionale, la forestale ed i rappresentanti del volontariato, l'Anas, Ferrovie e le Province proprio per coordinare eventuali interventi e garantire la funzionalità delle strade e dei servizi essenziali". "Anche i sindaci - precisa Cocina - sono tutti in allerta ed hanno aperto i Coc, i centri operativi comunali che sono pronti ad eventuali emergenze".

"Le strade sono presidiate per quanto possibile - fa sapere Cocina - perché i punti di rischio sono notevoli. Sono così allertate la polizia locale, quella stradale, i vigili urbani". "Il pericolo infatti – ha detto  all'AdnKronos - è quello delle strade perché possono verificarsi allagamenti delle stesse come fiumi in piena ,sottopassi allagati". "L'appello che facciamo ai cittadini - evidenzia Cocina - è quello di evitare di mettersi in macchina se non per motivi di assoluta necessità, specie se c'è pioggia, sia per non esporsi a rischi sia per non intralciare forze preposte ad eventuali soccorsi".

Satellite 3bMeteo

satellite-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Notte di temporale e vento ma Messina meno colpita: situazione in evoluzione

MessinaToday è in caricamento