Sabato, 13 Luglio 2024
Cronaca

Arriva in ospedale in setticemia per un cesareo e muore 20 giorni dopo: disposta l'autopsia

A fare la diagnosi un ospedale del messinese. La donna si era rivolta alla struttura lamentando dei dolori al ventre. La famiglia ora vuole capire se ci sono state delle responsabilità

È morta 20 giorni dopo aver dato alla luce una bambina. E ora la famiglia vuole sapere il perchéLa tragedia ha scosso la comunità di Campagnatico (Grosseto), comune di origine della vittima, Elisa Pierangioli, che però da qualche anno si era trasferita in Sicilia con il marito Gianni. Una gravidanza attesa a lungo e finalmente portata a termine.

 Dopo le dimissioni la donna lamentava dolori al ventre e la sera stessa si è sentita male. È stata portata di nuovo in ospedale, questa volta in una struttura del Messinese. Grazie a una tac mirata i medici hanno scoperto che "era in stato avanzato di setticemia" afferma Pierangioli. La bimba nel frattempo è migliortaa, ma per la madre non c'è nulla da fare. A 20 giorni dal parto Elisa Pierangioli è morta. La famiglia ora vuole capire perché la donna è tornata a casa dall'ospedale nonostante avesse dei dolori. È stata dimessa o ha chiesto di uscire? Sarà invece l'autopsia a stabilire qual è stata la causa del decesso.

Secondo "Il Tirreno", che ha raggiunto il papà della vittima, Luigi Pierangioli, il parto sarebbe avvenuto a Palermo. I medici avrebbero optato per il cesareo, anche se a detta del padre di Elisa ci sono dei punti da chiarire. "Alla bambina è stata diagnosticata una infezione che, a quanto ci risulta, si può contrarre solo attraverso un parto naturale" dice Pierangioli che nel piccolo paese toscano svolge anche l'attività di consigliere comunale. "Un'infezione che a mia figlia, quando è entrata in ospedale, non era stata riscontrata; ma che poi è risultata avere".

Fonte: Today 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva in ospedale in setticemia per un cesareo e muore 20 giorni dopo: disposta l'autopsia
MessinaToday è in caricamento